Attualità

Varazze, presentati il nuovo centro tamponi e la donazione dei saturimetri

Sono stati illustrati, alla presenza dei rappresentanti della Croce Rossa, di un medico di famiglia coinvolto, del presidente del Rotary Club Rivera di Varazze, del consigliere regionale ed ex sindaco Alessandro Bozzano, del vicesindaco facente funzioni Luigi Pierfederici e dei membri dell’amministrazione comunale, il nuovo centro tamponi sito presso la Croce Rossa di Varazze e la donazione dei saturimetri ai medici di famiglia da parte del Rotary.

“I saturimetri saranno donati a tutti i medici di famiglia di Varazze”, dichiara Danilo Sicari, presidente del Rotary Club Riviera di Varazze, “e consegnati attraverso la Croce Rossa. Ogni medico ne avrà uno e lo darà alle famiglie che ne avranno più bisogno”.

Stessa soddisfazione da parte di un volontario della Croce Rossa :”I tamponi molecolari saranno effettuati presso una tenda presente della sede della Croce Rossa di Varazze e verranno svolti dai medici con l’ausilio dei nostri volontari e con la presenza di un’infermiera della nostra associazione. I cittadini destinatari dei tamponi saranno individuati dai medici di famiglia e si presenteranno qui su appuntamento”.

“Questo è un giorno importante visto che parte il centro tamponi e l’amministrazione ha fatto una sorta di coordinamento mettendo risorse”, afferma il vicesindaco facente funzioni, “ma voglio ringraziare i medici di famiglia che hanno partecipato ed il Rotary che ha donato i saturimetri. La novità più importante è quella per cui l’amministrazione ha destinato le risorse per gli eventi di questa parte dell’anno all’acquisto di una nuova ambulanza visto che i servizi Covid hanno consumato le attrezzature esistenti; tutti facciamo uno sforzo per tornare alla normalità ed è giusto aiutare chi ci aiuta. Attualmente sono circa 20 i positivi a Varazze e le persone rispondono bene alle prescrizioni governative ma voglio ringraziare il consigliere regionale Bozzano e tutti coloro che hanno partecipato senza dimenticare il Rotary con la sua donazione. Abbiamo messo insieme tre forze : amministrazione, medici e Croce Rossa poichè l’unione fa la forza e dobbiamo essere uniti; qui verranno svolti tamponi rapidi ed il servizio sarà il migliore possibile”.

“Tutti i miei colleghi si sono dimostrati disponibili”, evidenzia un rappresentante dei medici, “e qui verranno svolti, con la collaborazione della Croce Rossa, i tamponi in modalità drive through con il referto immediato. Ringrazio l’amministrazione comunale e la Croce Rossa dicendo che sono contento della presenza degli altri medici”.

“La sede della Croce Rossa sarà la base logistica”, sottolinea il presidente della Croce Rossa, “ed il gazebo sarà nel parcheggio della nostra sede. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato perchè l’unione fa la forza”.

“Ringrazio i medici e le associazioni dicendo che il tessuto cittadino ha risposto bene”, ricorda il consigliere regionale Alessandro Bozzano, “e le idee si sono concretizzate ed attuate. La nostra città è famosa per la solidarietà e molti medici, anche pensionati, hanno dato la loro disponibilità in questi momenti difficili; sono qui su delega del presidente Toti e Alisa ha fatto sì che questa idea si fosse concretizzata. Sono state diverse le fasi che ci hanno permesso di arrivare qui in modo sicuro anche perchè la comunità è unita e le istituzioni devono fare sinergia con le associazioni per risolvere i problemi; il comune ha compiuto uno sforzo enorme verso la Protezione Civile e la Croce Rossa ma quest’ultima, a causa delle norme severe anticovid, ha dovuto sanificare i mezzi ad ogni uscita ed i veicoli si sono rivelati obsoleti. Il presidente della Croce Rossa ha bisogno di due nuovi mezzi ed ha chiesto al comune un aiuto cospicuo; l’amministrazione ha trovato risorse per più di 70.000 euro riducendo le luminarie presenti in città. L’idea iniziale era quella di realizzare il centro tamponi presso il Palazzetto dello Sport ma è stato impossibile ed ora siamo arrivati a questo”.

“Il comune ha fatto uno sforzo enorme”, riprende Pierfederici, “e sono stati ridotti i fondi per gli eventi culturali e sportivi. Solamente un anno fa c’erano più di 100 sfollati e l’amministrazione ha tenuto conto di tutto”.

“Spero che l’iniziativa sia utile”, evidenzia la consigliera delegata alla sanità, “e che possa essere un’occasione di sicurezza per la nostra comunità poichè il senso di comunità si scopre in momenti come questo”.

I tamponi verranno effettuati dalle 14 alle 15 dal lunedì al venerdì”, sottolinea il rappresentante dei medici, “e verranno svolti direttamente in auto in modo rapido. Sarà sempre presente uno o più medici, l’accesso avverrà su prescrizione medica passando dal medico di famiglia e non si potrà venire qui in autonomia”.

“Ringrazio l’amministrazione, la Croce Rossa ed i medici per averci dato la possibilità di renderci utili; noi operiamo sul territorio e vogliamo essere presenti. Doneremo un saturimetro per ogni medico di famiglia e nei prossimi giorni ne daremo uno per ogni medico di Celle Ligure, Cogoleto ed Arenzano ma siamo sempre a disposizione visto che la nostra comunità ne ha bisogno”, conclude il presidente del Rotary.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: