Cultura e Musica

“Gustare” i piatti di un dipinto: le opere si trasformano in ricette

Con la magia dei grandi chef i capolavori della storia dell’arte escono dai dipinti e diventano piatti da gustare a tavola.

In attesa di una riapertura il direttore degli Uffizi Eike Schmidt lancia la nuova iniziativa social delle Gallerie fiorentine: “Uffizi da mangiare”, un modo per spalancare le porte, almeno quelle online, del museo . Come una sorta di Masterchef dell’arte, la serie di visite “da gustare” verrà condivisa ogni domenica in forma  di brevi filmati che il museo fiorentino pubblica dal 17 gennaio sul canale Facebook @uffigalleries: ogni domenica,  le Gallerie posteranno un video nella quale un noto cuoco o personaggio del mondo enogastronomico sceglierà un’opera dalle collezioni e, ispirandosi agli ingredienti raffigurati (frutta, verdura, carni, pesce), proporrà al pubblico ricette o cucinerà pietanze durante il video stesso.

Tra i protagonisti Fabio Picchi, che si confronterà con il ‘Ragazzo con pesce’ di Giacomo Ceruti; Dario Cecchini, macellaio e ristoratore  con la sua versione della ‘Dispensa con botte, selvaggina, carni e vasellame’ di Jacopo Chimenti detto L’Empoli, pittore fiorentino del Cinquecento,  la chef stellata Valeria Piccini che proporrà una sua ricetta da una ‘Natura morta ‘sempre dell’Empoli, e il suo collega,  Marco Stabile, che proporrà i ‘Peperoni e uva’ di Giorgio De Chirico.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: