Attualità

STORIE DI TUTTI I GIORNI (2): L’UOMO CHE VISSE DUE VOLTE

Nei momenti difficili che ti assegna la vita si trova conforto nel ricordare uomini che hanno fatto la piccola e Grande Storia e che ci hanno consegnato un testamento che sarebbe delitto non affidarlo ai nostri eredi. Uno di questi, che ho avuto l ‘onore di conoscere e’stato Settimio Pagnini che, prendendo spunto da una serata in suo onore a Villa Cambiaso  ( a proposito, ciao Pio ) lo abbiamo battezzato come l ‘uomo che visse due volte. E se, con tutto rispetto, sono state dedicate fiction  a personaggi come Rino Gaetano, sembra difficile non sia mai venuto in mente a nessuno di elaborare uno straccio di sceneggiatura per questo grande uomo. Nella sua prima vita Settimio ha contribuito a ridare all ‘Italia il sogno della democrazia, meritandosi, da Alpino ben tre Croci di Guerra. Ha sfilato in prima fila quando Savona e  ‘stata liberata e, insieme a tante persone di ogni fede politica, ha contribuito ad una ricostruzione che sembrava impossibile. Poi la sua seconda vita, quella da allenatore di basket che lo ha portato alla guida della Nazionale Femminile di pallacanestro, con un bronzo agli Europei del 75 ed una qualificazione olimpica sfiorata per un furto arbitrale. Ho avuto il piacere, negli anni del suo tramonto, di ascoltarlo, di vedere foto della sua vita, ma non ha mai voluto scrivere un libro e la serata citata rappresenta una rara occasione delle sue uscite al pubblico. Savona lo ha ricordato intitolando a lui il Palazzetto dello Sport, ma in questi mesi difficili, dove tutti pensiamo di affrontare il più oscuro dei periodi, sarebbe bello ricordare chi come lui nella Notte più profonda ha sempre visto uno spiraglio di luce

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: