AttualitàCultura e MusicaCuriosando qua e làDal Pensiero alla PennaSanti

Vincenzo Punzo ci parla della Liturgia

La visione religiosa del noto opinionista

LA LITURGIA: CONOSCERLA PER AMARLA E AMARLA PER CONOSCERLA


Nel percorrere insieme i segni, i simboli e i significati della liturgia, in particolare la S. Messa, ci sono segni che compiamo ignorando però il loro vero significato o altri che facciamo perché li conosciamo, ma proprio a causa dell’abitudine non li viviamo appieno nel loro splendore. Si dice infatti che l’abitudine sia nemica dell’amore.
Nella vita di ciascuno di noi niente dovrebbe essere scontato, ma tutto vissuto con attenzione.

Sicuramente non mi sento la persona più adatta ad esprimere riflessioni di tale importanza, ma una cosa è certa ed è l’amore che serbo per tutta la liturgia a partire dalla Santa Pasqua ebraica ad oggi. Quest’amore nasce all’ombra del campanile della mia parrocchia e dalle diverse esperienze religiose cristiane cattoliche che ho fatto in questi ultimi trent’anni, come quelle più volte ripetute, nel movimento religioso del Cursillos, che rappresentano per me un’ancora di salvezza.

L’anno liturgico cristiano cattolico è suddiviso in più tempi: il tempo dell’Avvento, il tempo di Quaresima, i tempi forti: Natale e Pasqua, il tempo ordinario.
Uno dei miei interessi è anche quello di scoprire, cosa mi offre oggi, marzo 2021, la liturgia, in modo da viverla al meglio giorno dopo giorno.

Partiamo dal tempo di Quaresima, dalla solennità della Domenica delle Palme, dalla solennità della Pasqua, dalla solennità della Pentecoste e in ultimo dalla solennità del Corpus Domini.

La Quaresima inizia ufficialmente con il mercoledì delle ceneri secondo il calendario lunare, dura 40 giorni, proprio il numero 40 nella Bibbia ricorre ben 8 volte, per ultimo quando vengono citati i 40 giorni di Gesù nel deserto.

La solennità della domenica delle palme ci fa rivivere l’entrata trionfante di Gesù a Gerusalemme, come segno di vittoria e di pace, con la palma e i ramoscelli di ulivo.

La solennità della Pasqua racchiude tutta la storia della salvezza, con la passione, la morte e la resurrezione di Gesù.

La solennità della Pentecoste, a 50 giorni dalla Resurrezione di Gesù, ricorda e celebra la discesa dello Spirito Santo su Maria Vergine e sugli apostoli riuniti nel cenacolo, come ci viene riferito negli atti degli apostoli (At. 2,1).

La solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo, comunemente nota come Corpus Domini, è una delle principali solennità dell’anno liturgico della chiesa cattolica, è stata istituita nell’agosto 1264 da Papa Urbano IV con la bolla Transiturus per celebrare il mistero della presenza reale del Signore nel sacramento dell’eucarestia.

In un tempo ristretto abbiamo percorso parte della storia della salvezza per giungere ad un tempo meno impegnato, chiamato, liturgicamente, tempo ordinario, quest’ultimo è composto da 34 settimane, questo tempo aiuta a riflettere e a curare le azioni del nostro quotidiano, importanti sia per noi, sia per quanti il Signore mette sul nostro cammino.

Vincenzo Punzo

  1. Savona, 1 aprile 2021

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: