Cronaca

Marina Militare: il savonese Stefano Frumento assume il comando in mare dell’operazione IRINI

In primo piano il Contrammiraglio Stefano Frumento,

 

Il contrammiraglio della Marina Militare, Stefano Frumento ha assunto il comando in mare degli assetti aerei e navali dell’operazione europea EuNavFor Med Irini in sostituzione del commodoro Mikropoulos della Marina greca. Contestualmente la nave italiana San Giorgio sostituisce la nave greca HS Aegean. A presenziare all’insediamento del nuovo Force Commander italiano, l’Ammiraglio Fabio Agostini, comandante dell’Operazione IRINI, che ha appena concluso il suo primo anno di attività, nel corso del quale ha investigato oltre 2400 navi e ha monitorato 200 voli sospetti. Ha condotto 100 visite consensuali (i cosiddetti Friendly Approach) a bordo di mercantili e 9 ispezioni. L’Operazione monitora costantemente 25 porti e 16 aeroporti o strisce di atterraggio. L’ Operazione IRINI – in greco vuol dire “pace”, Il compito principale della missione è implementare l’embargo delle armi in Libia in accordo alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. L’ operazione ha come secondo obiettivo quello di monitorare il traffico illegale di petrolio e suoi derivati dalla Libia e contrastare il traffico di esseri umani attraverso il monitoraggio aereo.  Proprio in questi giorni il Consiglio dell’Unione europea ha esteso il mandato per altri due anni.

“Si tratta della riconferma della volontà dell’Unione europea di tener fede agli impegni presi nella Conferenza di Berlino sulla Libia e il riconoscimento del nostro efficace e imparziale lavoro nell’applicazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell’ONU” ha dichiarato l’Ammiraglio Fabio Agostini.

Nato a Savona, e ad aver abitato a Villapiana, il quartiere di provenienza dell’altro Ammiraglio savonese Luca Anconelli, Frumento,ha frequentato il liceo scientifico “Orazio Grassi” di Savona, poi dopo un anno di Università ha scelto di seguire la sua vocazione entrando all’Accademia Militare dalla quale è uscito come “ufficiale del Ruolo Normale. Oltre ad essere un ufficiale incursore e ad avere svolto varie fasi della sua carriera nell’ambito delle forze speciali della Marina Militare italiana, ha comandato il pattugliatore Spica, la fregata Grecale e la portaeromobili Garibaldi. Ha ricoperto inoltre incarichi presso l’Accademia navale di Livorno, il Comando interforze per le operazioni delle Forze speciali e lo Stato maggiore della Marina. Frumento per ricoprire questo incarico è stato promosso Ammiraglio ed è la prima volta che indossa la “Greca”, il simbolo militare che rappresenta in Italia i gradi di generale dell’Esercito, dell’Aeronautica Militare, della Guardia di Finanza e dei Carabinieri e di ammiraglio nella Marina Militare. Stefano Frumento è alla pari di Luca Anconelli Socio del gruppo ANMI di Savona “Vanni Folco”

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: