AttualitàPolitica

L’assessore regionale Giampedrone visita il porto di Finale Ligure

Si è tenuta, alla presenza del consigliere regionale Alessandro Bozzano, del sindaco di Finale Ligure Ugo Frascherelli e dei responsabili dei lavori, una visita da parte dell’assessore regionale Giacomo Giampedrone presso il porto di Finale Ligure per verificare lo stato dei lavori.

“L’approvazione del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) ha in sè una grande capacità di spesa sulla resilienza”, dichiara l’assessore Giampedrone, “e spero che venga impiegato un criterio simile a quello usato per i lavori della mareggiata del 2018. I fondi aumentano la capacità di resistere del nostro territorio e i progetti su più anni impostati dai comuni sono buoni se possono essere aggrediti dal punto di vista economico; il Governo centrale deve lavorare sulle norme per snellire la burocrazia sul modello usato per la Protezione Civile poichè il lavoro che abbiamo davanti non deve essere affossato”.

Parole simili da parte del primo cittadino finalese :”Questi lavori sono fondamentali e strumentali per il rilancio del porto che ha una vocazione turistica ma può essere anche un volano per l’imprenditoria; dopo lustri abbiamo approvato il Piano Particolareggiato e vogliamo inoltre attuare il rifacimento del porto, per un costo di circa 7 milioni di euro, che porterà alla realizzazione di parcheggi, di un accesso definitivo e alla creazione di spazi per gli artigiani. Riguardo a Varigotti voglio dire che tutti ricordiamo la mareggiata del Natale di due anni fa e le opere sono state in parte realizzate ma ora stiamo lavorando ad un ripascimento strutturale per preservare tutta la zona dalla furia dei marosi; l’idea è quella di realizzare un protocollo in mare per proteggere gli edifici dalle mareggiate di scirocco. Il cantiere della passeggiata, realizzato con i fondi regionali del Fondo Strategico, doveva partire in questi giorni ma abbiamo dato priorità ad un cantiere improrogabile su Capo Noli per la messa in sicurezza dell’Aurelia e mettere un altro semaforo ci sembrava eccessivo”.

“I lavori per quest’opera dovrebbero partire dopo l’estate, tra ottobre e novembre, eliminando i problemi del traffico mentre il ripascimento di Varigotti dovrebbe terminare entro il 30 ottobre ma per l’inizio della stagione estiva e l’apertura degli stabilimenti balneari del 15 maggio non possiamo andare oltre la metà del prossimo mese; riguardo i lavori al porto mi sento di dire che siamo in attesa di una fornitura di massi ma i lavori devono terminare entro la fine dell’anno”, conclude Ugo Frascherelli.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: