Attualità

Basta violenza nelle carceri? Va bene, anzi benissimo….ma di tutta l’ altra violenza cosa ne facciamo?

Non facciano della polizia penitenziaria un capro espiatorio.!

Giovedì 15 luglio mentre leggevo un quotidiano in prima pagina a caratteri cubitali , appare il titolo ” Mai più violenza nelle carceri”. A prescindere dal fatto che, credo proprio sia iniziata una campagna denigratoria nei confronti della polizia penitenziaria, verso la quale personalmente, nutro una grande stima e rispetto, ritenendo che la visita del signor Mario Draghi e della signora Marta Cartabia nelle carceri si Santa Maria Capua Vetere sia stata inutile e variamente interpretabile. Possiamo,essere d’accordo che la violenza nei penitenziari è da evitare,ma dovrebbe anche renderci conto delle condizioni allucinanti  e esasperate in cui la polizza è costretta  a muoversi ed operare un un organico che da moltissimi anni attende di essere potenziato. “Mai più vuolenza nelle carceri” il titolo che è apparso sul giornale ,può anche andare bene ,ma miliaria di cittadini pretendono che tale violanza non avvenga più nemmeno nelle strade e nelle piazze italiane ove la malavita continua imperterrita ed impunità ad operare le sue nefandezze a scapito dei cittadini.  Mai più  violenza a danno di cittadini onesti che, troppo spesso sono soggetti a soprusi, furti, di cattiverie fisici e morali. Bravo governo, che si impegna a estirpare la violenza nelle carceri, ma bravo, ancora di più, sarà quel governo che riuscirà  a cancellare la violenza in tutti i suoi  aspetti della vita sociale in cui vivono e lavorano onesti cittadini, che della violenza subita ne hanno le tasche non piene, mastracolme! Come dice il proverbio “ce n’è per l’asino e per che lo mena”. Tutto sta a capire chi è l’asino.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: