AttualitàPolitica

Savona, sottoscritto il Masterplan del Sistema Portuale

Il Sistema Portuale di Savona e Vado Ligure avrà un nuovo Masterplan che coinvolge i porti di Savona e Vado Ligure senza dimenticare gli altri comuni costieri e le realtà dell’entroterra; alla sottoscrizione erano presenti il governatore Toti, il presidente della provincia di Savona Pierangelo Olivieri, il Presidente di Autorità di Sistema Portuale Paolo Emilio Signorini ed i sindaci dei comuni coinvolti.

“Questo è un progetto importante”, dichiara il presidente Olivieri, “ed abbiamo raggiunto un obiettivo al quale stavamo lavorando da anni. A dicembre scorso abbiamo accelerato con la sinergia enti locali-operatori portando l’attenzione all’Autorità Portuale ed il risultato è questo documento; il Masterplan è la sintesi dei lavori già partiti o che partiranno a breve. Questa sinergia ha trovato ha trovato risorse per dare risposte attese da tempo dagli operatori ed in questo modo Savona ed il suo hinterland sono destinate a crescere”.

Parole simili da parte di Paolo Emilio Signorini, Presidente di Autorità di Sistema Portuale :”Questo documento è frutto di un lavoro faticoso e la regione ha approvato le diverse fasi del documento di pianificazione strategica; sono state individuate aree per la funzione portuale, aree porto-città ed aree di attraversamento dell’ultimo miglio. Tra un anno sarà pronto il Piano Regolatore dell’Attività di Sistema coinvolgendo un’area vasta di territorio e questo documento è importante per gli interventi sul territorio ma sarà condiviso con i sindaci senza dimenticare il PNRR ed il Fondo Complementare; ora siamo alla fase di concretizzazione e per Vado Ligure è previsto un accordo più ampio. Abbiamo un progetto per le navi da crociera in sosta al porto per il quale si attaccheranno alle banchine elettrificate considerando anche Genova; questo Masterplan coinvolge i comuni ed il porto ed è il frutto di un importante lavoro sia sul fronte della pianificazione strategica già approvato che dal punto di vista della pianificazione energetica, necessario per ottenere i fondi del PNRR. Ci saranno importanti investimenti con fondi comunitari per il waterfront di levante e di ponente senza dimenticare la sostenibilità e l’elettrificazione delle banchine con un bando di aggiudicazione ed il primo è di Savona; occorre completare anche la diga di Vado e tutti i lavori saranno realizzati in 2-3 anni”.

“I risultati sono importanti ed i comuni partecipano alla realizzazione del Piano Strategico”, afferma Rino Canavese, “ma per Albisola è importante il casello. La diga foranea sarà finanziata dal PNRR e l’accordo di programma prevede interventi di mitigazione; per Vado Ligure vi è inoltre la necessità di una stazione elettrificata per il carico e lo scarico dei treni. Le vecchie Funivie avranno un progetto con la regia del comune di Savona e nell’ex silos verrà realizzato un parcheggio; Albisola Superiore ha bisogno di scaricare il traffico ma occorre spostare il casello sull’Aurelia bis perchè ciò avvenga”.

“Il Masterplan allinea i comuni costieri, i due principali porti della provincia, Savona e Vado Ligure”, sottolinea il governatore Toti, “la regione e l’Autorità Portuale. Questa è un’importante traccia per far crescere la provincia ed i temi ambiziosi sono tanti tra cui il waterfront di levante e di ponente, gli scali merci e le varianti per l’Aurelia; molte sono le cose importanti ma gli obiettivi sono condivisi per far crescere il territorio. Tutto ciò è stato chiesto dagli operatori del settore, dai comuni e dalle associazioni di categoria con investimenti notevoli coinvolgendo il comune di Savona, la costa, l’entroterra e le regioni vicine; le zone logistiche semplificate sono inserite nel decreto Genova e Vado Ligure ne beneficia. E’stato realizzato un atto di indirizzo e diversi enti si danno un indirizzo ma occorre un modello di sviluppo e obiettivi che ci impegnano tutti nei prossimi anni”.

“Questo è un progetto importante per la sostenibilità ma l’elemento più importante è l’elettrificazione delle banchine per la quale mi sono spesa fin dal 2016, anno in cui sono stata eletta sindaco; il fronte mare di ponente è già cantierato mentre per quello di levante abbiamo un progetto iniziato nel 2017. La mobilità è importante, così come gli hub, e questo intervento importante mette tutto insieme”, conclude il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: