Cultura e Musica

Presentata la quinta edizione del “Paganini Genoa Festival”

Sarà all’insegna di Niccolò Paganini il prossimo mese di ottobre a Genova; Genova, sua città natale, proporrà ai  cittadini e ai tanti turisti, dal 4 al 28 ottobre, un fitto carnet di appuntamenti quanto mai variegati e adatti a tutti i gusti. Un insieme di proposte nato dall’idea di dar vita a un “sistema Paganini”, in grado di coordinare e raccogliere le diverse iniziative, per costituire un unico ampio e strutturato cartellone dalla forte valenza turistica e culturale; il Paganini Genova Festival, giunto alla sua quinta edizione, è organizzato dall’Associazione Amici di Paganini con la Regione Liguria, il Comune di Genova, la Fondazione Teatro Carlo Felice, il Conservatorio “N. Paganini” di Genova e la Fondazione Hruby.

“Il Premio Paganini si svolgerà quest’anno all’interno del Festival”, dichiara l’assessore alla cultura del comune di Genova Barbara Grosso, “e per noi è molto importante che si parli di questa importante figura. La volontà mia e di tutta l’amministrazione è sempre stata quella di fare un lavoro di squadra per valorizzare Paganini portando, attraverso di lui, il nome di Genova nel mondo così come era solito fare questo musicista durante i suoi concerti. Ci saranno 30 spettacoli ed il giorno della premiazione del concorso, il 24 ottobre, verrà inaugurata presso il Carlo Felice una statua di Paganini; questa rassegna, che ha avuto il privilegio di essere stata inserita nel FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo), ha lo scopo di valorizzare il famoso musicista cercando di mettere a sistema tutto ciò che lo riguarda”.

Stessa soddisfazione da parte di Roberto Iovino, presidente degli Amici di Paganini :”L’inserimento nel FUS ci ha permesso di fare il festival su due mesi con un’anteprima a settembre; il 4 ottobre avremo l’inizio vero e proprio e la rete legata a Paganini ci ha permesso di realizzare un centro per la ricerca e la didattica senza dimenticare una rete realizzata con Parma e La Spezia i cui festival si svolgono in periodi diversi dal nostro. Il 26 e 27 ottobre ci saranno due incontri legati al Festival della Scienza senza dimenticare i disegni paganiniani di Luzzati; la location principale dei concerti sarà l’Oratorio di San Filippo, luogo in cui Paganini fece il proprio concerto da solista. L’importante Masterclass di Francesca Dego si terrà mercoledì 13 e giovedì 14 ottobre presso Palazzo Senarega mentre lunedì 25 e martedì 26 alla biblioteca Berio sarà la volta di un convegno di studi dedicato alla memoria di Alberto Cantù; il 18 ottobre avremo una conversazione-concerto dedicata a Pier Luigi Cortese, primo direttore artistico del Teatro Comunale dell’Opera dopo la Legge Corona. Il 27 ottobre ci sarà a Palazzo Tursi il concerto di Kevin Zhu, vincitore del Premio Paganini 2018, che avrà l’onore di suonare il Cannone, il violino appartenuto a Paganini, mentre il giorno dopo si parlerà al Teatro Carlo Felice dei progetti e delle proposte per l’edizione 2022 del Festival”.

“La nostra realtà appoggia, insieme al comune, il festival e le associazioni culturali lavorano insieme”, afferma Claudio Orazi, sovrintendente del Teatro Carlo Felice, “dando all’iniziativa un importante valore istituzionale. L’amministrazione comunale è impegnata ad ogni livello affinchè le diverse realtà possano valorizzare la città e che un  pubblico sempre più ampio ne possa usufruire”.

“Genova ha come Paganini una storia internazionale”, sottolinea Roberto Tagliamacco, direttore del Conservatorio Paganini, “ed il lavoro con i ragazzi è molto importante. Ringrazio il Teatro Carlo Felice ed il Conservatorio dicendo che vorrei allargare gli orizzonti”.

“Le diverse sinergie hanno prodotto eventi importanti tra cui l’inaugurazione delle sale paganiniane che vedono la presenza di lettere e della chitarra appartenuta al musicista ma mai suonata in pubblico nonostante fosse bravo. Il 27 ottobre avremo a Palazzo Tursi il concerto con il Cannone mentre l’inaugurazione avverrà il 4 ottobre con lo spettacolo di Nancy Zhou e Stefano Musso; il Concorso sarà nel cuore del Festival mentre giovedì 7 ottobre sarà la volta dell’olandese Lisa Jacobs, sabato 9 ottobre si esibirà il Quartetto Paganini e il giorno dopo, domenica 10, saranno portate in scena tutte le pagine vocali del famoso musicista. Il 12 ottobre l’Ensemble “La Fete Galante” farà ascoltare al pubblico brani poco eseguiti ed il pomeriggio del 16 sarà dedicato ai più piccoli con uno spettacolo per bambini; il convegno del 25 e 26 ottobre fornirà importanti informazioni e contributi inediti su questa figura. Per partecipare a tutti gli eventi occorre il Green Pass e bisogna prenotare visto il contingentamento dei posti”, conclude Michele Trenti, direttore artistico del Paganini Genoa Festival.

 

Per informazioni e prenotazioni :

Cellulare e Whatsapp 375-6039840

prenotazioni@niccolopaganini.it

www.niccolopaganini.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: