Attualità

Più smart degli smartphone: piccola guida ad un uso consapevole del cellulare

Nelle nostre case i dispositivi connessi a internet sono sempre più numerosi. Non solo PC e tablet, ma anche smart TV, impianti audio con assistente vocale, sistemi di videosorveglianza, così come anche elettrodomestici, come i più recenti frigoriferi o lavatrici, che possono essere controllati da remoto. 

Il re incontrastato di questa rivoluzione digitale, tuttavia, è uno solo: lo smartphone. Da semplice mezzo di comunicazione vocale, il telefono cellulare si è evoluto a tal punto da essere quasi un estensione di noi stessi, e per mezzo del quale si può accedere ad una miriade di funzionalità differenti. Ecco qualche consiglio per utilizzare al meglio il proprio smartphone, al fine di migliorare, rendere più semplice e arricchire la nostra vita. 

Le app indispensabili

Anche se alcune giornate primaverili possono essere imprevedibili, ora è possibile selezionare l’abbigliamento giusto anche senza aprire le finestre: la app per il meteo non solo offrono indicazioni su temperatura e umidità, ma anche sulla percentuale di raggi UV, a seconda dell’orario della giornata. Una funzione molto utile soprattutto per gli amanti della tintarella estiva. 

Tra le app che fanno risparmiare tempo (e chilometri) ci sono quelle dedicate alla pianificazione della giornata oppure quelle per le transazioni bancarie. Inoltre, è stato superato l’iniziale scetticismo e preoccupazione da parte degli utenti, a volte restii a “consegnare” i propri dati sensibili ad un dispositivo connesso a internet. Queste app sono in realtà molto sicure, in quanto richiedono sempre l’accesso tramite password e verifica a due step. 

Un altro campo nel quale il cellulare può essere di grande aiuto è quello degli acquisti online. I principali portali di e-commerce hanno infatti la loro app proprietaria, dove si possono eseguire pagamenti sia con carte di credito che, in alcuni casi con le monete virtuali, che si appoggiano alla tecnologia delle blockchain. Se invece abbiamo la necessità di individuare esercizi commerciali fisici, è possibile farlo attraverso la geolocalizzazione. Uno dei servizi più pratici messo ormai a disposizione da molti Comuni italiani ha a che fare con l’auto: si tratta delle app collegate con i parchimetri. Senza più bisogno di cercare un terminale vicino all’area di sosta, basta registrarsi con il numero di targa e con una carta di credito. 

Le app per l’informazione e lo svago

Se la crisi dell’editoria tradizionale sembra ormai irreversibile, l’informazione digitale sta vivendo un momento di incredibile espansione. Dai quotidiani ai magazine, i titoli principali sono ormai a portata di click. Come fare per districarsi tra questa moltitudine di notizie e leggere solo ciò che veramente può interessarci ed esserci utile? Una soluzione può consistere nello scaricare un’app gratuita che si chiama Pocket e attraverso la quale è possibile salvare articoli e magari leggerli in un secondo tempo. Inoltre, si possono consultare collezioni di post aggiornati su particolari temi, compilati dagli altri utenti oppure proposti dall’app sulla base delle proprie preferenze. È come avere una rassegna stampa personalizzata! 

Il cellulare non è solo un alleato prezioso per la ricerca di informazioni aggiornate, ma può anche essere uno strumento per distogliere la mente dalle preoccupazioni, divertirsi un po’ attraverso qualche gioco, per scongiurare la noia e passare qualche attimo di spensieratezza. Chi vuole provare un piccolo brivido di emozione, può iscriversi ad un portale online per provare qualche gioco in modalità gratuita oppure una veloce sfida al tavolo verde. Ci sono anche un’infinità di applicazioni di enigmistica, oppure di abilità: l’importante è, prima di scaricarle, controllare che ci sia spazio sufficiente nella memoria interna del dispositivo, per evitare di sovraccaricare il sistema operativo. 

Le app per combattere la sedentarietà

L’uso di strumenti digitali, in particolare il PC, è spesso legato ad una maggiore sedentarietà, spesso non desiderata, ma semplicemente necessaria. La maggior parte dei lavori d’ufficio, infatti, prevede di rimanere seduti alla propria postazione per un notevole numero di ore. Il cellulare, anziché essere un modo per prolungare ulteriormente una relativa immobilità, può venirci in aiuto, attraverso app che promuovono uno stile di vita sano e l’attività fisica. 

Sia che si voglia seguire un regime alimentare particolare, oppure che si desideri avere continuità nella propria routine sportiva giornaliera, le applicazioni non offrono solo indicazioni precise su cosa fare, ma attraverso notifiche, messaggi mirati e rapporti settimanali, offrono un quadro completo dei progressi raggiunti. Insomma, si comportano come un “motivatore” o personal trainer. 

In particolare, per quanto riguarda lo sport, si può coniugare l’esercizio fisico con la socializzazione, per sentirsi meno soli e avere il piacere di condividere i propri risultati con altre persone con la stessa passione. Alcune di queste app, come Adidas Running e il Nike Training Club, sono sviluppate proprio dai giganti del fitness, in modo da coniugare azioni di marketing con un utile servizio per i propri clienti. 

Comportamenti da evitare

Per scongiurare fastidi dovuti al surriscaldamento del telefono durante le conversazioni molto lunghe, è bene dotarsi di auricolari. Quelli più pratici sono wireless e la loro carica può durare anche diversi giorni. Attenzione, poi, alla postura del capo. Se si tiene lo smartphone in mano, è normale inclinare la testa in avanti, caricando quindi il peso della testa sulla colonna in una posizione non corretta che, a lungo andare, può provocare fastidiosi mal di testa tensivi o piccoli problemi alle fasce muscolari del collo. Meglio quindi sollevare il braccio, magari appoggiando il gomito su un piano, e comunque cambiare posizione di tanto in tanto. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: