Due Chiacchiere con l' Arte

Una vita per la musica

Lorenzo Vittorio Bonizzoni la copertina del suo nuovo singolo

Oggi raccontiamo “una vita in musica” di Lorenzo Vittorio Bonizzoni

Nato a Pavia nel 79,  oggi vive a Fidenza dove continua a credere nel suo progetto Musicale ( Non solo cover Non solo inediti ) al quale sta lavorando da quando la pandemia gli ha ridato  tempo da investire nella sua musica , passione innata ma anche  interpretata professionalmente.

“… Fin da piccolo da autodidatta mi divertivo suonando la tastiera provando a strimpellare ogni strumento…”

Ma poi ci racconta che la passione crescendo lo ha portato a studiare musica alla scuola Audioshop di Pavia, dove ha scoperto anche la passione per il canto, piano piano si ritrova a cantare, in una delle sue esperienze, in Piazza Duomo.

Dice di se: ” Ho preso consapevolezza di quanto la musica avrebbe caratterizzato la mia vita, nelle mie  prime serate con Massimo Manna (componente degli Alhoa). La fortuna di conoscere cantautori d’Italia, partecipando al Video Festival e Cantiamo alla Vita. Poi la possibilità di conoscere artisti locali dai quali apprendere. Dai primi concorsi ai quali partecipai come componente dei Makado mi hanno dato modo di esibirmi nei teatri della mia città che amo e cosi scopro l’adrenalina di stare davanti ad un  pubblico”

Nel 2007 partecipa con altri artisti (Sharitta Duran) nei panni di Luois Amstrong nell’importante rassegna di Sosia presso il teatro Fraschini.

Nel 2014 incontra il mitico Mike Ogletree (artista internazionale ex Simple Mind) e di lavorare con lui ad un progetto chiamato New Gold Dream proposta di riprodurre testi del gruppo in versione acustica.

Invece in questo momento ha un progetto musicale tutto suo, sta scrivendo brani con testi e musica e arrangiamenti in collaborazione col maestro Paolo Marconi presso il Dream studio di Mirabello, da qui l’idea di creare dei Jingle pubblicitari affinchè aprire delle collaborazioni con imprese commerciali.

Ma le esperienze continuano per Lorenzo partecipando anche in questi mesi a casting di programmi come: ” All together Now e Tu si Que Vales.

Presente con la sua musica sulle piattaforme di Youtube, Spotify, Amazon. Consigliamo di andare all’ascolto.

Conosciamo meglio Lorenzo, gli ho fatto qualche domanda e in modo sempre solare e ironico ci risponde, uomo davvero simpatico e artista sempre gentile e disponibile.

“Una canzone, una musica che ti ricorda un evento importante della tua vita?”

” Tra i miei cavalli di battaglia se posso definirli cosi, ha avuto un certo peso e un forte impatto una cover di Brian May (mitico chitarrista dei Queen)” Too much love kill you, mentre tra le canzoni italiane hanno avuto un forte peso nella stesura delle mie scalette Ramazzotti, Zucchero, Renga ecc. Ma se dovessi proprio scegliere un brano su tutti, What a Wonderful World”

“C’è un grande musicista a cui ti sei ispirato?”

” Amo il sentimento di alcuni musicisti e il carattere di altri, adoro Tom Jones per la sua voce chiara e potente, mi piacciono Francesco Renga e Massimo Ranieri, ascoltando poi l’impronta unica di Mario Biondi e passando per Michael Buble per poi tuffarmi in Sinatra e Berry Whit.  Adoro la stravaganza e la genialità di Elton John che ha saputo comporre brani eccelsi spaziando tra piu generi di musica, ma l’elenco è infinito e dovrei andare avanti ad elencare altri nomi importanti della schiera musicale.”

“Nei tuoi video suoni più strumenti e abbini suoni e stili diversi tra loro ci vuoi spiegare quanto è importante per te andare sempre alla ricerca per fare musica sempre nuova e diversa?”

“Trovo che la musica oltre ad essere quella formula di regole ben precise nella struttura di cui essa stessa è composta è spesso espressione di emozioni ed improvvisazione del momento, di chi la propone vivendola. Nelle mie performance dal vivo nei locali , oltre che nei video, mi piace inserire gli strumenti che prediligo, che mi danno maggiore vibrazione, il pianoforte, la tastiera inserendo talvolta la chitarra e le percussioni, facendo tutto in modo giocoso, che conosco. Quando propongo un brano penso sempre di non farlo nello stesso modo di come lo ascolto, improvvisando e creando un suono nuovo e un armonia diversa. Sempre pero avendo il massimo rispetto per il brano e per l’artista che reinterpreto.

” Il tuo progetto in corso di unire la musica ad una commercializzazione, perchè questa decisione?”

“Questo progetto Musicale ideato e chiamato Non Solo Cover, di cui conosco solo il punto di partenza come Autore di Brani Inediti, studiati e arrangiati è un percorso nato quasi per scherzo creando “Dediche Oneline” ho iniziato a scrivere Jingle e messaggi musicali d’auguri da inviare privatamente come “Regalo da scartare” su commissione. Da li nasceva la creazione di Brani Inediti e Cover e la voglia di proporre la mia musica ad pubblico sempre più vasto. I social, le rassegne e gli eventi sono una costante sfida nella quale mi piace imbattermi e gli ascoltatori oltre ad essere protagonisti del mio progetto sono attraverso la loro presenza e la loro partecipazione la mia “Mission” , termometro per comprendere le loro esigenze utilizzando il mio modo di “parlare” con la musica utile alle loro attività.

BONNIZ è il mio nome d’arte che ho scelto per proporre il mio repertorio musicale, adoro senza alcun dubbio trovarmi senza alcuna inibizione davanti ad un pubblico, la voglia di coinvolgere più di ogni cosa VOI.”

“Emozioni, cuore, simpatia, e empatia, sono sentimenti che susciti nei tuoi ascoltatori ma tu cosa provi nel fare musica?”

” Esprimere se stessi non è mai semplice e come gia accennato prima, c’è un lato di me, evidente ed una parte di me che conosco solo io e spesso nei brani che scrivo e suono mi danno modo di esprimermi, quei pensieri, talvolta confusi potrebbero far nascere un ispirazione. Ciò di cui non mi rendo conto e di cui vado fiero, senza però esserne consapevole è ciò che trasmetto. Il mio stesso pubblico che mi ascolta e che mi apprezza a darmi conferma del mio modo di essere sul Palco, non c’è cosa che mi renda più felice che sapere che il mio pubblico quanto si diverta e e quanto io sappia divertire… Anche se sono pieno di contraddizioni, non amo giudicarmi ma preferisco lasciare agli altri e alla mia musica spazio per farsi commentare.”

Quindi con vero piacere invitiamo tutti ad ascoltare e seguire il nostro bravissimo Lorenzo Vittorio Bonizzoni in arte BONNIZ…

 

Di Manuela Montemezzani

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: