Curiosando qua e là

Inaugurata l’edizione numero 18 di Bonjour Provence et la France

Grande successo per l’inaugurazione, in piazza Matteotti, della 18esima edizione di “Bonjour Provence et la France”, la manifestazione promossa dalla Camera di Commercio Italiana per la Francia di Marsiglia, dal Dipartimento delle Bouches-du-Rhône (area della Provenza francese), in collaborazione con il Comune di Genova, la Città Metropolitana di Genova e la Camera di Commercio di Genova; fino a lunedì 18 ottobre genovesi e turisti potranno conoscere e apprezzare i prodotti e le offerte turistiche francesi, in particolare provenzali, grazie alla manifestazione “Bonjour Provence et la France”.

L’evento si colloca tra gli assi di collaborazione stilati nella nuova Convenzione di cooperazione decentralizzata che vede protagonisti il Dipartimento delle Bouches du Rhône, il Comune di Genova e la Città metropolitana di Genova; prodotti tipici provenzali, con una serie di novità rispetto alla scorsa edizione, saranno promossi tra la ventina di espositori francesi presenti: saponi profumati e sacchetti di lavanda, frutta candita, formaggi e salumi, biscotti e torroncini, vini e champagne, foie gras, oli essenziali, candele, biancheria per la casa, decorazioni floreali, sculture, quadri e molto altro.

“Questo è un segnale forte per la ripartenza e gli scambi costanti sono molto importanti”, dichiara l’assessore al commercio del comune di Genova Paola Bordilli, “ed essere qui ha in sè un bel messaggio che trasmette collaborazione. I prodotti tipici genovesi sono stati recentemente a Marsiglia mentre fino a lunedì 18 qui ci saranno le specialità della Provenza con un segnale di ripresa della normalità ma soprattutto del rapporto tra gli enti; i rappresentanti francesi hanno dialogato con il sindaco Bucci poichè la città non vuole fermarsi ma ripartire. Abbiamo progetti futuri comuni coinvolgendo anche la Città Metropolitana realizzando scambi di studenti per mettere le basi di un futuro condiviso; le realtà francesi presenti alla manifestazione raccontano la loro storia e le loro tradizioni ma stiamo mettendo le basi per lavori comuni coinvolgendo la scuola e l’ambiente. I contatti non sono mai venuti meno tra le due realtà e spero che questo percorso possa proseguire anche se non saremo più noi ad amministrare Genova (la città di Genova andrà alle urne per il rinnovo del sindaco e del consiglio comunale nel 2022) ma voglio ricordare che le due città, Genova e Marsiglia, hanno una realtà simile come attività produttive”.

Stessa soddisfazione da parte di Salvatore Muscatello in rappresentanza della Città Metropolitana :”Abbiamo partecipato alla Fiera di Marsiglia con scambi di idee e progetti con la volontà comune di rendere appetibili i nostri territori per i giovani e le start-up; i nostri ragazzi devono avere la possibilità di creare aziende medio-piccole per dare lavoro e tutelare la qualità dei prodotti dalle frodi commerciali. Eventi di questo tipo ci fanno crescere dal punto di vista economico con un conseguente miglioramento della qualità dei prodotti e del tenore di vita; abbiamo interessi comuni come la voglia di fare imprese e rendere attrattive le nostre imprese ma servono soprattutto procedure più snelle”.

“Questa è l’edizione numero 18 della manifestazione”, sottolinea Domenico Basciano, presidente della Camera di Commercio Italiana per la Francia di Marsiglia, “e nei giorni scorsi alla Fiera di Marsiglia erano presenti aziende genovesi. Siamo qui grazie ad un accordo firmato nel 2017 ed abbiamo lavorato molto sugli scambi ma occorre andare avanti nei settori della biodiversità e dell’ambiente; rivolgo i miei ringraziamenti all’assessore Bordilli, al sindaco Bucci ed al rappresentante della Città Metropolitana Salvatore Muscatello”.

“I due territori hanno tante cose in comune”, afferma Massimo Giacchetta, consigliere della Camera di Commercio di Genova, “e sono entrambi sul mare con aziende legate ad esso con una necessaria sinergia tra i due porti. Le prospettive per un’economia sostenibile sono buone ma occorre preservare il territorio con una strategia comune poichè le due realtà hanno gli stessi problemi; vi è la necessità di valorizzare l’entroterra e la sua economia attraverso politiche comuni senza dimenticare la realtà marittima. Nel 2020 la manifestazione è saltata per la pandemia ma oggi mi sento di dire che bisogna potenziare le politiche comuni partendo dalla gastronomia per dare giuste prospettive ai giovani”.

“Saluto tutti dicendo che la Francia non dimentica che l’Italia è stato il primo paese europeo colpito dall’epidemia; nonostante tutte le difficoltà non abbiamo smesso di lavorare continuando a cooperare nell’interesse comune tra Genova ed il nostro dipartimento. Stiamo uscendo dalla crisi sanitaria per segnare una nuova fase di collaborazione e per questo ringrazio il sindaco Marco Bucci, le altre autorità genovesi e Salvatore Muscatello; la Camera di Commercio Italiana per la Francia di Marsiglia è frutto di una cooperazione, di anni di scambi e progetti finanziati dal dipartimento e siamo qui per consolidare questo legame. La tragedia del Ponte Morandi che ha colpito Genova il 14 agosto 2018 è un dramma per l’Italia e per noi l’emozione è stata molto forte; due anni dopo, grazie allo spirito di resilienza e tenacia, il ponte è stato ricostruito. Occorre dare risposte comuni e questo evento ha in sè interessi economici, commerciali e turistici; questi sono bei giorni di scambi e faremo in modo di consolidare la cooperazione attraverso scambi culturali e linguistici per gli studenti delle scuole medie e dei primi anni delle superiori. Sono tanti i valori condivisi e ringrazio la Città Metropolitana per questo progetto senza dimenticare la delegazione genovese che è venuta a Marsiglia nei giorni scorsi”, conclude Anne Rudisuhli, consigliera delegata agli Affari Europei Provincia delle Bocche del Rodano.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: