AttualitàSport

Alassio: un ricordo a Carlo Tomagnini che rese famosa la città con il trionfo al mundial 1982

Alassio: un ricordo a Carlo Tomagnini
che rese famosa la città con il trionfo al mundial 1982

 

alassio-turismo-sport-tomagnini-carlo-azzurri-mundial-campioni-mondo-muretto

 

Alassio: un ricordo a Carlo Tomagnini che rese famosa la città con il trionfo al Mundial 1982

Alassio ricorderà Carlo Tomagnini, grande alassino che ha reso famosa la Città del Muretto

grazie al Mundial 1982 con gli Azzurri campioni del mondo
e altre numerose iniziative di richiamo internazionale.

Lunedì 18 ottobre a partire dalle ore 18 presso l’ex Chiesa Anglicana
col patrocinio del Comune di Alassio,
con la presenza in qualità di relatore del giornalista e scrittore Daniele La Corte,
sarà trasmessa una proiezione su questa iconica figura
con un cortometraggio dal titolo “Amava i canisceletti”
nato da un’idea di Pietro Gianetti, con l’aiuto di Andrea Cenere.

L’ autore del cortometraggio spiega:
“l’idea nasce dai continui racconti su Carlo Tomagnini che tutt’oggi fanno rivivere emozioni
tramite ricordi di un passato, evidentemente, non troppo lontano e sicuramente mai dimenticato.
Per tale motivo ho pensato di raccogliere testimonianze di suoi amici e colleghi,
per ricordare e omaggiare la figura di un personaggio che molto ha fatto
per la politica, lo sport ed il turismo  della Città di Alassio

 

alassio-turismo-sport-tomagnini-carlo-azzurri-mundial-campioni-mondo-muretto-amava-i-canisceletti-gianetti-pietro-cenere-andrea-

 

Molti sono gli annedoti che verranno raccontati,
proprio come rivela il titolo della serata e del corto “Amava i canisceletti”,
ma almeno ad uno di questi non possiamo non fare riferimento
per i pochi o i giovani che non l’hanno conosciuto.

Questo è un anno fortunato per lo sport italiano con vittorie ai mondiali, agli europei, alle olimpiadi ecc,
il calcio, la pallavolo, l’atletica e in ultimo anche le bocce
nel mondiale femminile appena concluso proprio ad Alassio.
Sono passati però quarant’anni da un momento che segnò una svolta
dopo anni freddi: dal punto di vista sportivo e per la situazione politica degli anni 70.
Tutti ricordiamo quella vittoria che fece sognare l’Italia nel 1982
e diede forza, luce, speranza e coraggio ad un nazione intera.
Molte sono le immagini ancora oggi impresse nella memoria collettiva:
il presidente della Repubblica Sandro Pertini che esulta in tribuna,
il ritorno a casa della formazione sull’aereo con Zoff che gioca a carte proprio con Pertini,
in campo l’urlo di Tardelli, l’eleganza di Gaetano Scirea,
i goal di Paolo Rossi soprannominato “Pablito Mundial”, la pipa del CT Enzo Bearzot,
ma cosa avevano in comune tutti i partecipanti di quella storica nazionale !?
da dove erano partiti a costruire quell’incredibile cavalcata che li ha portati alla vittoria !?
Ancora oggi tutti gli italiani ricordano che
la nazionale di calcio del 1982 scelse proprio Alassio come meta del ritiro pre-mondiale.
Sarà stata l’aria buona della Riviera a dare agli atleti quel qualcosa in più per vincere
o semplicemente Alassio ha portato fortuna,
ma di certo quel ritorno di immagine per la città fu qualcosa di talmente forte che permane nel tempo.

L’uomo che rese possibile l’impresa e a cui la città deve un grosso Grazie,
per quell’occasione e per molte altre,
era proprio il genio creativo di Carlo Tomagnini,
che aveva l’abitudine di realizzare importanti e anche inediti eventi,
molti dei quali proprio a beneficio della sua cara Città di Alassio.

E’ sicuramente molto bello ed un valore aggiunto,
che la serata in programma è stata organizzata da giovani ragazzi della nuova generazione,
per valorizzare il passato con una impronta innovativa,
e  quale testimonianza ancor più forte delle cose belle lasciate da Carlo alla sua città.

 

alassio-turismo-sport-tomagnini-carlo-azzurri-mundial-muretto-campioni-mondo-zoff-tardelli-rossi-scirea

alassio-turismo-sport-tomagnini-carlo-azzurri-mundial-muretto-campioni-mondo-zoff-tardelli-rossi-scirea

alassio-turismo-sport-tomagnini-carlo-azzurri-mundial-campioni-mondo-muretto-berazot-enzo-ct-foto-silvio-fasano-

(Ph foto Silvio Fasano)

 

 

BeOM
the authorBeOM
BeOM Management Agency yoga olistica nutrizione benessere sport turismo etica www.beom.eu BeOM vanta un esperienza internazionale di oltre venti anni nel management con collaborazioni leader di settore in Europa, Asia, America e lavora dietro le quinte supportando insegnanti, operatori, centri, eventi, comunity, sportivi, professionisti, manager, enti, organizzazioni, istituzioni.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: