AttualitàCultura e MusicaCuriosando qua e là

Presentato il programma delle attività di Palazzo Ducale di Genova per la stagione 2021-2022

Grandi mostre ed esposizioni, decine di conferenze e seminari per tutti i gusti; tutto questo è il programma delle attività di Palazzo Ducale a Genova per la stagione 2021-2022.

“Il Palazzo ha vissuto momenti difficili”, dichiara il presidente Luca Bizzarri, “ma il programma delle attività è provvisorio ed il Ministero della Cultura ha contribuito per un anno. La regione ed il comune di Genova hanno svolto un lavoro importante e questo è un bel modo di ripartire; vogliamo tornare alla normalità e la mia prossima importante sfida per il futuro è quella di rendere visitabile la Torre Grimaldina”.

Stessa soddisfazione da parte di Ilaria Cavo, assessore regionale alla cultura :”Il programma, realizzato grazie alla collaborazione del Teatro Nazionale, è molto importante poichè prevede anche alcuni attori che recitano nella mostra. Questo è un segnale di concretezza per il vasto pubblico soprattutto durante i momenti che ricordano e celebrano i vari centenari; la mostra di Escher sta facendo il pieno di visitatori ed il progetto “Impararte” è molto importante. Il progetto della riapertura della Torre Grimaldina è molto importante e spero possa avere sviluppo”.

“Il programma mi piace molto e sono convinta che il Ducale possa contaminare la cultura a 360 gradi”, afferma l’assessore alla cultura del comune di Genova Barbara Grosso, “per 365 giorni con eventi per tutti. La collaborazione con il comune è molto importante e voglio ricordare la mostra dedicata al barocco che aprirà a marzo 2022 in collaborazione con le Scuderie del Quirinale; quando ognuno mette la sua idea e tutti collaborano i risultati arrivano. Palazzo Ducale è un importante contenitore che permette di respirare cultura e questo programma è il frutto di una sinergia importante che ha come scopo quello di portare il nome di Genova in giro per il mondo”.

“Occorre mantenere l’appoggio a Palazzo Ducale”, sottolinea la dottoressa Viziano per la Compagnia di San Paolo, “e questo luogo è molto importante per la cultura, settore da valorizzare soprattutto per i giovani”.

“La nostra attenzione è sempre stata notevole verso Palazzo Ducale”, sottolinea il rappresentante della Fondazione Carige, “poichè permette aggregazione facendo un’importante operazione di cultura”.

“Sono ben 380 le opere donate da Francesco Tacchini ma non voglio dimenticare il programma della stagione; la mostra dedicata ad Escher sta andando bene e ci saranno alcuni convegni dedicati a questa figura in collaborazione con il dipartimento di matematica dell’università. Dal 14 ottobre e fino al 20 marzo avremo la mostra dedicata ad Hugo Pratt a cura di Patrizia Zanotti e convegni a lui dedicati in collaborazione con Genoa Comics Academy che sarà la sede di alcuni incontri ricordando quello del 3 dicembre di Ferruccio Giromini dedicato alla nascita di Corto Maltese; degna di nota è la mostra Vicoli e ruelles: rappresentazione dello spazio urbano nel fumetto tra Italia e Québec dal 4 al 22 marzo 2022. Punta di diamante per il 2022 sarà Un barocco superbo, in collaborazione con le Scuderie del Quirinale, che partirà il 17 marzo; dal 30 novembre 2021 al 13 marzo 2022 sarà la volta di una mostra dedicata a Pasolini per il centenario della sua nascita. Prenderà il via il prossimo 14 gennaio una mostra dedicata alle fotografie di Guido Rossa, Anche in una piccola cosa, mentre dal 26 marzo 2022 sarà la volta di far conoscere Tina Modotti attraverso la mostra Donne, Messico, Libertà; tema molto importante è quello del rapporto tra donna e religione che si potrà approfondire dal 17 gennaio al 21 febbraio grazie ad una serie di incontri. Legata alla scienza sarà invece Vaia, una sorta di viaggio dentro un disastro, dal 21 ottobre al 14 novembre senza dimenticare la serie di convegni dedicati al futuro dell’umanità dal titolo La vita che verrà; sullo stesso argomento l’evento Scienza Condivisa 2022 dal 5 al 26 aprile con diversi convegni e le Conversazioni sull’economia sostenibile a cura di Enrico Musso dal 7 al 21 marzo 2022. La Storia in Piazza, dal 31 marzo al 3 aprile, avrà un programma specifico per le scuole mentre l’edizione numero otto del Festival di Limes si terrà dal 19 al 21 novembre di quest’anno; la rassegna Il volto di Giano, realizzata in collaborazione con GenovaApiedi e a cura di Giacomo Montanari e Antonio Musarra, sarà dal 3 al 31 maggio 2022. L’Università dei Genitori, dal 23 gennaio al 6 marzo 2022, ha come obiettivo quello di raccogliere i processi di cambiamento legati alla crescita; legati alla crescita sono gli obiettivi dell’Agenda 2030 e Palazzo Ducale lavora per perseguire salute, istruzione di qualità, parità di genere, riduzione delle diseguaglianze, città sostenibili, pace, giustizia e partnership per gli obiettivi. Rivolgo il mio sincero grazie ai principali sponsor come Fondazione San Paolo, Fondazione Carige, Costa, Civita Arte, Iren, Camera di Commercio e Coop dicendo che sono molto contenta del decreto che permette la massima capienza per i luoghi di cultura”, conclude la direttrice Serena Bertolucci.

 

Per informazioni su tutti gli eventi di Palazzo Ducale : www.palazzoducale.genova.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: