AttualitàCuriosando qua e là

Festa e Patroni del Corpo di Commissariato dell’Esercito, componente di supporto che assicura contributo sostanziale e imprescindibile all’operatività

Il 19 novembre si celebra la Festa del Corpo di Commissariato dell’Esercito, da quest’anno affiancate dalla Benedizione congiunta di San Lorenzo e della Beata Vergine della Divina Provvidenza quali propri Santi Patroni; lo rende noto il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli.

“Il 19 novembre, nella data simbolo che 225 anni orsono vide la costituzione dell’Intendenza di Guerra dell’Armata Sarda sua antesignana, desidero manifestare la mia calorosa compartecipazione allo spirito celebrativo con cui l’odierno Corpo di Commissariato dell’Esercito, tra i nostri primi organismi militari ad accogliere donne Ufficiali in servizio dal dopoguerra, fa onore alla ricorrenza della propria Festa”, dichiara il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli, “e una speciale giornata celebrativa a cui da quest’anno gli uomini e le donne del Corpo, ora guidati nell’operare dal comune motto Bene Gerendo Agimus e accomunati sotto un unico stemma araldico, con tre bisanti d’oro, simbolo della funzione amministrativo finanziaria, e da altrettante api, allegoria della laboriosità e operosità connotanti la funzione logistica, uniscono la solennizzazione della Beata Vergine della Divina Provvidenza e di San Lorenzo come suoi Santi Patroni, a suggellare il compimento del processo di unificazione delle due distinte articolazioni logistiche pre-esistenti della Forza Armata, l’ex Corpo di Amministrazione e l’ex Corpo di Commissariato, dalla cui fusione ha preso vita il 1° gennaio 1998”.

“L’appartenenza del Corpo di Commissariato alle componenti dell’Esercito che esprimono la funzione logistica, dimensione strategica strettamente complementare e sinergica con quella dell’operatività, rende i suoi Ufficiali e Sottufficiali latori di una preziosa funzione di supporto, fondamentale e imprescindibile nel concorrere alla rilevanza qualificante della Forza Armata per il Paese. Un silente impegno costante”, prosegue Stefania Pucciarelli, “che i Commissari hanno garantito e garantiscono, tanto nella quotidiana esistenza della Forza Armata, quanto nei suoi coinvolgimenti nelle missioni nazionali e nelle operazioni di difesa avanzata; talvolta al fianco dei colleghi delle unità combattenti, come testimoniano le numerose ricompense a suo tempo concesse alla Bandiera di Guerra del Corpo e individualmente ad alcuni suoi appartenenti particolarmente distintisi. Nell’adempiere con professionalità ai compiti istituzionali del Corpo, che spaziano dalla gestione dei materiali, alle funzioni di amministrazione e contabilità, nonché alla consulenza giuridica in favore dei Comandanti, i Commissari dell’Esercito garantiscono da sempre quell’indispensabile sostegno logistico-amministrativo rivolto ad assicurare le migliori condizioni e qualità di vita del soldato”.

“In tale ambito, la flessibilità d’azione con cui il Corpo contribuisce all’opera di sostegno generoso e abilitante che l’Esercito, facendo leva sulla dualità caratterizzante tutte le nostre Forze Armate e l’Arma dei Carabinieri, rende disponibile anche alla comunità civile, si è rivelata quanto mai preziosa anche durante l’emergenza pandemica. Per tutto ciò, nello spirito di questa importante ricorrenza, rinnovo a tutti gli uomini e le donne del Corpo di Commissariato dell’Esercito la mia stima e i miei fervidi voti augurali”, conclude il Sottosegretario alla Difesa.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: