Cronaca

Uno sportello per stranieri e migranti ad Albenga

ALBENGA- Si dota finalmente anche la “Città delle Torri”, così come sta avvenendo in molte città italiane, di uno sportello operativo dedicato agli stranieri ed ai migranti. Si tratta dello “Sportello di orientamento e facilitazione dell’accesso ai servizi” che viene istitutito dal Comune ingauno grazie al fondo FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) uno strumento finanziario istituito con Regolamento UE n. 516/2014 ed adottato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Tale progetto ha l’obiettivo di promuovere una gestione integrata dei flussi migratori sostenendo tutti gli aspetti del fenomeno: asilo, integrazione e rimpatrio. “Albenga – ci ha spiegato Marta Gaia, che è l’ assessore alle politiche sociali- è una città nella quale vivono e lavorano diversi cittadini stranieri. Aiutarli ad orientarsi nel mondo della burocrazia è fondamentale anche nell’ ottica dell’ inclusione. Offrire uno spazio comunale alle associazioni Coperarci Onlus e Fondazione Ancora per portare avanti tale obiettivo evidenzia l’importanza che per noi ha tale progetto, così come altri che stiamo portando avanti ad esempio il Progetto Sipla. Lavorare sull’aiuto anche agli stranieri permette di migliorare l’inclusione e, di conseguenza sostenere adeguatamente l’ intera comunità”. Per questa ragione l’ Amministrazione Comunale, vista la valenza del progetto e le caratteristiche del territorio che vede la presenza di un alto numero di stranieri, ha concesso uno spazio all’interno del Palazzo Ester Siccardi su viale Martiri della Libertà n.1 alle associazioni Coperarci Onlus e Fondazione Ancora per poter mettere in pratica le buone prassi per realizzare lo Sportello che darà ai cittadini stranieri sostegno nelle pratiche legali, nella gestione di quelle burocratiche e un adeguato orientamento riguardo a tutti i servizi presenti sul territorio comprensoriale. Lo Sportello di orientamento e facilitazione dell’accesso ai servizi, in Viale Martiri della Libertà, 1, al piano terra del palazzo Ester Siccardi, avrà i seguenti orari: lunedì e mercoledì dalle ore 8 e 30 alle 12 e 30; Martedì e giovedì dalle ore 8 e 30 alle 12. Per avere maggiori informazioni sui vari progetti, sulle associazioni impegnate in questa attività e sulle possibili pratiche dello sportello è possibile telefonare al numero 0182 5685230. Ad Albenga esiste già una associazione che si occupa di questo tema: si tratta di “Migrantes”, un Ufficio appositamente istituito dalla Diocesi di Albenga-Imperia ed articolato in cinque settori corrispondenti alle competenze specifiche della relativa pastorale: Circensi, Lunaparchisti ed Artisti di strada; Emigrati; Immigrati e Profughi; Marittimi ed Aeroportuali; Rom e Sinti. L’ufficio diocesano “Migrantes” ha lo scopo di assicurare l’assistenza religiosa ai migranti italiani e stranieri, promuovere nelle comunità cristiane atteggiamenti ed opere di fraterna accoglienza nei loro riguardi, per stimolare nella stessa comunità civile la comprensione e la valorizzazione della loro identità in un clima di pacifica convivenza rispettosa dei diritti della persona umana. Per avere maggiori informazioni su questa associazione è possibile contattare il numero telefonico 0182 579323. L’ Ufficio, diretto dal Canonico Don Edmondo Bianco, è aperto nei giorni lunedì, mercoledì e venerdi dalle ore 9 alle ore 12.
CLAUDIO ALMANZI

CLAUDIO ALMANZI
the authorCLAUDIO ALMANZI
Giornalista dal 1980 ha lavorato con Il Tempo di Roma, l' Ora di Palermo, Il Mattino di Napoli Il Secolo XIX di Genova (per 25 anni nelle Redazioni di Albenga e Savona) L' Avvenire (per oltre 20 anni per la Pagina Ponente Sette) Il Corriere Mercantile e con decine di testate cartacee ed on line. Ha diretto svariate testate giornali e bollettini professionali. Vive ad Albenga.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: