Attualità

La “Giustizia”! Un problema che riguarda tutti.

Se in Italia provassimo a fare un referendum sulla giustizia, quasi certamente ci troveremmo davanti al non troppo sorprendente risultato che oltre il 60 % degli italiani non crede più nella stessa e che è convinta che moltissimi  dei nostri incurabili mali sociali derivano proprio da una cattiva o pessima gestione di coloro che dovrebbero essere i garanti della legalità. La prima considerazione che viene da fare è che i giudici sono uomini come gli altri , e come tali, soggetti a simpatie ed antipatie che possono condizionare il loro giudizio. Anche se questo non dovrebbe accadere e dovrebbero astenersi ai fatti e far rispettare le regole per tutti uguali. Ma grazie a Dio , giudici seri e onesti che non si lasciano intimorire da nulla e che compiono le loro funzioni con la massima onestà ce ne sono ancora molti. Ma purtroppo abbiamo anche molti giudici che si lasciano condizionare che più che giudici sembrano politicanti , i quali seguono le correnti più che la giustizia. Che non per forza disonesti ma sicuramente uomini facilmente manipolabili e a volte succubi . Senza pensare che la propria inefficacia nel gestire certe situazione e talvolta sottovalutando, abbiamo portato la giustizia italiana in una nomea di non corretta. Ritengo che il prolungarsi dell’attesa per poter affrontare un processo sia già abbastanza lunga ed esagerata per far si, di rischiare di trovare anche un giudice non perfettamente corretto, col rischio che dia pene minori a certi esemplari capaci di cose atroci. E’ sicuramente una giustizia che in Italia va migliorata e decisamente rafforzata da parte dello stato, Le persone hanno bisogno di tornare ad aver fiducia nella giustizia, senza la quale la società tutta, compresa in tutti i suoi settori, non può crescere e sentirsi sicura e protetta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: