AttualitàPolitica

Sociale, stanziati altri 3 milioni di euro per bonus badanti e baby sitter e voucher nido

Assessore Cavo: “Un ulteriore aiuto per le famiglie”

Genova. La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali Ilaria Cavo, ha deliberato con due distinti provvedimenti uno stanziamento complessivo di 3.048.692 euro per rifinanziare il bonus badanti e baby sitter e i voucher nido.
In particolare per il ‘Bonus badanti e baby sitter’ si mettono a disposizione ulteriori 1.858.236,40 euro al fine di soddisfare tutte le domande valide nelle due distinte graduatorie chiuse a giugno e rimaste inevase per mancanza di fondi.
Nel secondo provvedimento si promuove invece la quarta edizione della misura ‘Voucher nido’ erogando alle famiglie complessivi 1.190.456 euro con le stesse finalità delle precedenti edizioni.

“In questa chiusura di programmazione del Fondo Sociale Europeo – sottolinea l’assessore alle Politiche Sociali Ilaria Cavo – abbiamo fatto uno sforzo per venire incontro alle famiglie che hanno più difficoltà economica a sostenere le rette per le iscrizioni al nido. Abbiamo poi voluto soddisfare tutte le domande arrivate a Regione Liguria per un altro servizio vitale per le famiglie che è quello del sostegno per le spese di badanti e baby sitter. Si tratta di misure che su entrambi i filoni scelti vanno ad aiutare il sistema famiglia e soprattutto le famiglie a più basso reddito e più in difficoltà. Per i voucher nido l’obiettivo è di raggiungere circa 1200 famiglie mentre per il bonus badanti e baby sitter contiamo di evadere quasi 350 domande”.

VOUCHER NIDO
La misura, nelle tre edizioni realizzate fin qui nel 2018 nel 2019 e nel 2020, ha raggiunto complessivamente 7444 persone.

Rimangono invariati i valori dei voucher a seconda dell’ISEE dei richiedenti (euro 200,00 al mese per un massimo di dieci mensilità per i redditi fino a euro 10.000,00 ed euro 100,00 al mese per massimo di dieci mesi per i redditi superiori a euro 10.000,00 e non oltre i 20.000,00) nonché i requisiti per accedere alla misura, in questa edizione effettuata esclusivamente su ASSE 2 Inclusione Sociale.

Come nella seconda edizione di voucher nido sarà utilizzata la modalità dei bandi on line, mediante SPID. Il bando emanato da Regione Liguria resterà aperto alle famiglie fino al 31/05/2022 o comunque fino a esaurimento delle risorse disponibili (in tale caso si darà diffusione della situazione con gli opportuni mezzi di informazione).

Filse effettuerà una prima graduatoria, relativa alle domande pervenute dal 7 dicembre 2021 (primo giorno utile) al 31 gennaio 2022; una seconda graduatoria, relativa alle domande pervenute al 31 marzo 2022, in caso di ulteriori risorse disponibili; una terza graduatoria, relativa alle domande pervenute al 31 maggio 2022, sempre e solo in caso di ulteriori risorse disponibili.

Requisiti Voucher Nido

Sono individuati, quali beneficiari del contributo, i nuclei familiari in situazione di disagio economico con ISEE non superiore a € 20.000,00 con i seguenti requisiti:

-residenti in un Comune della Liguria
-con uno o più figli in età utile per la frequenza di uno dei servizi socioeducativi per la prima infanzia sopra elencati, nell’anno educativo 2021/2022 e per i quali sia già stata effettuata l’iscrizione in uno di tali servizi al momento della domanda.

BONUS BADANTI E BABY SITTER
La misura, nelle due edizioni realizzate fin qui nel 2019 e nel 2020, ha raggiunto complessivamente 2731 persone.
A seguito del rifinanziamento della misura il cui bando era stato chiuso anticipatamente il 30/6/2921 per esaurimento fondi si andranno a soddisfare tutte le domande presentate entro giugno e rimaste escluse.
In particolare saranno evase 144 domande per bonus baby sitter e 198 domande per bonus badanti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: