AttualitàCuriosando qua e là

Lavori pubblici, una nuova piazza alberata davanti all’ospedale San Martino

Prende forma il cantiere di largo Benzi, davanti al principale ospedale di Genova, il Policlinico San Martino. Dove fino a due anni fa c’era un enorme cratere di un’incompiuta, sta per sorgere una piazza di circa 2.000 metri quadri con aiuole, alberi ad alto fusto – sei palme e una settantina di piante – accessibile ai disabili e con una razionalizzazione del traffico veicolare. A marzo il restyling di largo Benzi sarà completo e aperto al transito: ad aprile le prime auto potranno entrare all’interno del sottostante parcheggio interrato. Un’opera, a servizio degli utenti del nosocomio e del quartiere, attesa da circa 10 anni, il cui cantiere è stato riaperto a fine luglio 2019, dopo uno stallo di 7 anni. I lavori, che hanno subito uno stop forzato a marzo 2020 per l’emergenza sanitaria con conseguente slittamento nel termine preventivato, stanno procedendo secondo il nuovo cronoprogramma: in corso è la realizzazione dell’impermeabilizzazione della piazza per consentire la posa del riempimento e della pavimentazione finale. In fase di ultimazione l’ultimo livello della rampa di ingresso in prossimità di salita della Noce, mentre In viale Benedetto si procede con lo scavo per la realizzazione della rampa di uscita al parcheggio al parcheggio. Completata la struttura al grezzo dell’autorimessa interrata con la posa del quinto solaio di copertura. I lavori sono stati progettati e realizzati nell’ambito della concessione in project financing affidata dal Comune alla Saba Italia spa, concessionaria della gestione del parcheggio per 35 anni. Il progetto, con un investimento complessivo di circa 13,7 milioni di euro, prevede la realizzazione di un park interrato su 5 piani, su una superficie complessiva di oltre 9.800 metri quadri per 420 posti auto a rotazione e in particolare al servizio dell’ospedale Policlinico San Martino con relativa sistemazione della superficie piazza, che consentirà un più efficiente accesso alla struttura ospedaliera per i pedoni e la distribuzione della sosta e fermata per mezzi pubblici e taxi. É previsto il mantenimento e ripristino dei due varchi veicolari dell’ospedale. Una rampa, che si sviluppa lungo i 5 piani affiancata a Salita della Noce, porterà all’interno del park, mentre l’uscita veicolare dal parcheggio sarà attraverso un tunnel interrato su viale Benedetto XVI dopo l’incrocio con via de Toni. L’accessibilità veicolare al parcheggio è concepita per essere sempre separata dai flussi di bus, taxi, mezzi di servizio ospedaliero, con una valenza logistica efficiente dal punto di vista della sostenibilità ambientale. Sono previste due uscite pedonali entrambe servite da ascensori; la rotatoria centrale della piazza è progettata a servizio del transito e della sosta dei mezzi pubblici e dei taxi. I parcheggi sotterranei, disposti a corona, saranno illuminati da un grande pozzo centrale al centro della futura piazza, in cui verrà collocata al centro un’aiuola e saranno sistemati arredi urbani, piante, alberature ad alto fusto. È prevista una riorganizzazione dei flussi veicolari della piazza di ingresso e di uscita all’area ospedaliera.

“Sono finiti i lavori nella zona sotterranea ed abbiamo raggiunto un risultato impossibile”, dichiara il sindaco di Genova Marco Bucci, “e ringrazio tutti coloro che hanno lavorato a questo progetto. La piazza sarà aperta a marzo mentre il parcheggio ad aprile; tutto ciò dimostra che ci stiamo dando da fare per migliorare la vita delle persone. Chi viene qui lo fa per necessità e siamo contenti che questo lavoro si stia concludendo; i parcheggi saranno a pagamento e non è ancora stato stabilito se una parte verrà destinata ai residenti o se verrà data la precedenza all’ospedale. Quando abbiamo raccolto il testimone dalla precedente amministrazione il “buco” di San Martino rappresentava una situazione complessa, un cantiere in abbandono da anni, un pessimo biglietto da visita per l’ospedale di San Martino e per la città; siamo riusciti a far ripartire il cantiere dopo nove anni di inattività e adesso, dopo due anni di cantiere rallentati a causa del Covid, siamo nella fase finale di un lavoro che garantirà un migliore servizio per l’utenza dell’ospedale e per il quartiere”.

Parole simili da parte del presidente della regione Liguria Giovanni Toti :”Questo progetto è un’altra delle promesse mantenute nella città di Genova; dopo sette anni si chiude questo buco nero e prende forma una piazza con 400 posti auto dedicati all’ospedale. Il progetto è vecchio e con la nostra amministrazione regionale, insieme all’amministrazione comunale genovese, è stato riappaltato. I dettagli sono stati rivisti ma anche questo progetto fa parte del Modello Genova che fa funzionare la città e la regione con le opere pubbliche realizzate; la rigenerazione dei quartieri è importante e noi stiamo lavorando in quella direzione”.

“I parcheggi sono molto importanti per gli utenti dell’ospedale”, afferma Salvatore Giuffrida, direttore generale dell’Ospedale Policlinico San Martino, “ed occorre disciplinare l’accesso a chi ne ha bisogno. Rammentiamo che all’interno del Policlinico stesso è e sarà sempre attivo un continuo servizio di trasporto pubblico gratuito, che consente di raggiungere tutti i padiglioni del complesso ospedaliero, agilmente raggiungibile da quello che sarà un nuovo punto di riferimento per tutto il quartiere grazie all’accelerazione prodotta dal sindaco Bucci e dalla sua amministrazione”.

“Siamo contenti del risultato raggiunto ed il risultato ci soddisfa; ringrazio il mio predecessore, l’assessore Fanghella, che si è molto prodigato per questi lavori. L’opera era ferma da sette anni diventando un vero scempio per la città; abbiamo rinegoziato il contratto con importanti sforzi ma questa è per l’ospedale una realtà fondamentale. Vi è bisogno di dare risposte comuni alle persone con disagio e questo risultato è un beneficio per tutti”, conclude l’assessore ai lavori pubblici del comune di Genova Pietro Piciocchi.

 

Con la consegna delle aree alla società concessionaria Saba Italia spa il 28 giugno 2007, è dato il primo avvio dei lavori del parcheggio interrato. Nel corso dell’esecuzione diverse difficoltà dilatarono il tempo contrattuale previsto: tra le problematiche riscontrate, la presenza di sottoservizi non previsti e il rinvenimento di un canale ipogeo oltre a criticità di tipo strutturale. L’esecuzione dei lavori viene interrotta nel novembre 2012, a seguito di carenze nella qualità esecutiva delle opere strutturali e si inizia un contenzioso tra la concessionaria e l’impresa esecutrice, per cui poi si apre una procedura di fallimento. Il project viene riavviato dopo una difficile rinegoziazione tra Comune e Concessionaria che ha portato al riequilibrio del Piano Economico Finanziario-Pef sulla cui base la concessionaria ha presentato l’aggiornamento del progetto esecutivo e avviato la gara che ha portato all’affidamento dei nuovi lavori all’attuale Impresa I.T.I. Costruzioni Generali.

I lavori attualmente in corso sono stati affidati dalla Concessionaria Saba all’impresa I.T.I. Impresa Generale spa, mentre la direzione lavori è a cura dello studio P.R.D. Paese, Romelli, Damonte ingeneri riuniti di Genova. I lavori sono stati consegnati il 29 luglio 2019 e considerato il periodo di sospensione forzata per emergenza sanitaria nel marzo 2020, ultimeranno nella loro sostanzialità a marzo 2022. In particolare la sistemazione superficiale della piazza sarà ultimata i primi di marzo con relativa apertura della stessa alla circolazione dei mezzi e dei pedoni, mentre il completamento dell’autorimessa e la relativa apertura sono previsti per aprile 2022.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: