Cultura e Musica

Luigi Spiota svela il giallo di Villombrosa al terzo incontro del “Lunedì letterario”

Il mistero di Villombrosa, la misteriosa “magione” di origine genovese del 500, che ha incuriosito e spinto Luigi Spiota a scriverne una affascinante storia romanzata, è stato svelato nel terzo incontro del “Lunedì letterario“, svoltosi lunedì 6 dicembre 2021 nella Biblioteca Civica “E. Montale” di Varazze, alla presenza di un pubblico attento e ben distanziato secondo le regole anti Covid19.

Introdotto dall’Assessore Mariangela Calcagno, propugnatrice del progetto “Lunedì letterario“, l’autore, presentato da Mario Traversi, ha raccontato la trama del libro, non tralasciando nulla o poco del racconto, dato che si trattava di una presentazione sui generis, di un libro non votato alla vendita, ma una specie di anteprima alla pubblicazione che seguirà in un prossimo futuro.

La trama, dicevamo, molto galoppante in un circuito di date e di anni che si dipartono dalla Genova di Andrea Doria per arrivare ai tempi nostri, ha presentato nomi e personaggi capziosamente illustrati da Spiota, con precisi riferimenti storici che la sua fantasia ha contornato di suggestive interpretazioni, per giungere infine alla soluzione del giallo.

Un assassinio e un suicidio, finale drammatico di una storia iniziata con la segregazione della figlia del grande ammiraglio Andrea Doria a Villombrosa, per ostacolarne l’amore con un giovane veneziano, la fuga della bella Isabela con l’intrepido Ruggero, e la ricerca affannosa di un tesoro nascosto prima del loro volo sfortunato verso la libertà, è il compendio del libro, del quale i futuri lettori potranno approfondirne le pagine più oscure e goderne del loro indubbio fascino.

Luigi Spiota, sollecitato da Traversi, che ha coordinato le varie fasi di questo terzo appuntamento con il “Lunedì letterario“, si è poi soffermato sulla frazione di Cantalupo, dove, su indicazione di Antonio Danaidi, esistono evidenti tracce della presenza doriana tra cui una cappella per funzioni religiose.

Altri interventi hanno arricchito il bel pomeriggio culturale svoltosi nell’accogliente e prestigiosa sede della Biblioteca varazzina, con ampia soddisfazione dell’Assessore Calcagno e del pubblico, che ha siglato il successo e la simpatia dell’autore con un lungo e significativo applauso.

Varazze acquisisce ufficialmente con il libro di Luigi Spiota un gradito nuovo scrittore.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: