Attualità

La Regione sostiene le associazioni culturali e le Soms

Sono stati approvati dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Cultura Ilaria Cavo, due bandi per la cultura del valore complessivo di 160mila euro, rivolti al sostegno, rispettivamente, delle Istituzioni culturali e delle società di mutuo soccorso.

Il primo bando è conseguenza di una modifica legislativa introdotta nel dicembre scorso anno con la legge regionale 31 che prevede un sostegno di 140mila euro per le Istituzioni che hanno sede in Liguria e sono senza scopo di lucro, costituite da almeno un decennio e sotto forma di ente, fondazione o associazione. Sono escluse dal sostegno le Istituzioni che si configurano come enti strumentali o dipendenti da enti pubblici e quelle destinatarie, per la normativa regionale, di specifici interventi di settore.

Il finanziamento previsto verrà erogato per sostenere tali Istituti nella loro attività sul territorio. Le domande possono essere presentate fino al 4 settembre, compilando il modello sulla base del quale verrà conteggiato un punteggio che permetterà di assegnare direttamente un posto in graduatoria. I contributi saranno erogati quest’anno.

Il  bando a favore delle Società di Mutuo Soccorso, per le quali nei mesi scorsi era stata esaurita la graduatoria del precedente bando, dispone di risorse ammontanti a 19.500 euro,  da poter utilizzare per il rinnovo degli arredi, per gli impianti e i beni strumentali connessi all’attività sociale, come per la catalogazione, la digitalizzazione degli interventi conservativi e di restauro del patrimonio storico-bibliografico. Sono  esclusi gli interventi di ristrutturazione edilizia.

I due bandi sono aperti sino al giorno 11 settembre.

“Il bando per le istituzioni culturali rappresenta un’importante novità sia con riferimento alla platea dei destinatari, sia per quanto riguarda il meccanismo di riparto dei contributi con un aumento deciso dell’impegno finanziario regionale – così si esprime l’Assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo – Questo è un ulteriore strumento di sostegno a importanti soggetti del mondo culturale, protagonisti della vita culturale della nostra regione che hanno subito gravi danni a seguito del Covid e del lockdown”.

 

Foto: Associazione San Fruttuoso

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: