Cultura e Musica

A Loano l’ottava edizione del Premio Nazionale Città di Loano

Prosegue, a Loano, l’ottava edizione del Premio Nazionale Città di Loano per la musica tradizionale italiana, organizzato dall’Associazione Compagnia dei Curiosi in collaborazione con l’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Loano, con il contributo della Regione Liguria, Fondazione A. De Mari, Doppia J srl Gestione Ssupermercati e il patrocinio della Provincia di Savona, dell’ANCI e del MEI. Domani in Piazza Palestro, alle 18.30, Il Premio Incontra … sarà dedicato al tema “La roeuda la gira – La canzone milanese: da Nanni Svampa a Claudio Sanfilippo”. Enrico de Angelis, giornalista e direttore artistico del Club Tenco, converserà con un grande collega, Gianni Mura, cultore non solo di sport e di gastronomia ma anche di canzone e di milanesità. Se il tema quest’anno è “La città e i suoi margini”, non si poteva non parlare di Milano (con conseguente attribuzione a Nanni Svampa del Premio alla carriera).

 La musica tradizionale italiana a cui si intitola il festival è sempre stata, per lo più, musica contadina delle campagne; ma quando il canto popolare ha cominciato a emigrare verso le città, forzando i “margini”, entrando nelle periferie e nelle osterie urbane, Milano si è subito posta in prima linea. L’incontro si propone di approfondire la conoscenza del fenomeno. A dibattere se la canzone milanese sia o no ancora attuale, si aggiungerà, con una performance musicale, un cantautore dei giorni nostri, Claudio Sanfilippo, che in milanese ha inciso un album dall’eloquente titolo “I paroll che fann volà”. La sera alle ore 21.30, sul lungomare, nello Spazio Culturale Orto Maccagli ospite del Premio sarà Roberta Alloisio, accompagnata da Fabio Vernizzi (pianoforte), Marco Fadda (percussioni), Riccardo Barbera (contrabbasso) e Alberto Oliveri (fiati). Roberta Alloisio rappresenta una delle figure più significative ed esemplari di quello che è il connubio tra l’appartenenza a una storia secolare e la contemporaneità della sua espressione poetica. L’artista presenterà l’ultimo suo lavoro “Janua”,  un album dove la voce del folk, quella dei canti delle vie di una città multicolore e multietnica come Genova risuonano in maniera convincente e duratura. “Janua”, descrive molto bene le porte, ovvero i passaggi culturali di una città che non ha smesso di incrociare persone, destini, lingue. Nel dialetto genovese si riconoscono molti altri linguaggi, nelle canzoni che Roberta Alloisio porta avanti risuonano storie lontane e vicinissime, prese da una città dai confini talmente penetranti da lambire i nostri. Attraverso il recupero e la rielaborazione di temi tradizionali, madrigali, strambotti, antiche leggende marinare e le liriche dei poeti che hanno fatto grande la Liguria, “Janua” racconta una galleria strepitosa di figure femminili: dalla celebre Maria, prostituta che si aggirava vestita da marinaio nel porto di Genova sul finire del 1700 alla crudele Donna Serpente che nel ‘600 stregò Gian Giacomo Cavalli; dal dramma delle numerose Monache-Spose, ragazze costrette a lasciare lunghi capelli e innamorati per una vita di clausura alle Donne che aprono riviere, nell’immaginario strepitoso di Giorgio Caproni. Su tutte l’arte magica delle Venditrici di Vento, convincenti nel vendere a marinai senza nostalgia nodi pieni di vento… Donne insomma, tra amor sacro e amor profano per raccontare ancora una volta quella “porta” che è JANUA: Genova, una porta sul mare. Nella serata l’artista riceverà il Premio Miglior Album 2011. Il riconoscimento alla migliore produzione musicale del 2011 è stato decretato da una prestigiosa giuria composta da oltre sessanta giornalisti musicali. Sempre da domani, prederà il via a Loano 2 Village e nell’Hotel Garden Lido il progetto “Stage-Vacanze a Loano” con corsi di introduzione alle danze tradizionali delle Valli Occitane Piemontesi e dell’Appennino delle Quattro Province. Per tre giorni, nelle due strutture alberghiere, dalle 16 alle 18 si potranno avvicinare le danze popolari. Il corso che si svolgerà nell’Hotel Garden Lido prevede l’apprendimento dei passi base e delle figure delle principali danze del repertorio (alessandrina, giga a due, giga a quattro, piana), Oltre a questi balli di origine più antica, saranno affrontati balli di coppia come valzer, mazurka e polca “a saltini”, interpretati secondo lo stile tradizionale della zona. La zona delle Quattro Province è un’area appenninica culturalmente omogenea ma suddivisa amministrativamente in quattro province di quattro differenti regioni: Alessandria (Piemonte), Genova (Liguria), Pavia (Lombardia) e Piacenza (Emilia-Romagna). A tenere il corso sarà Annalisa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: