Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀCULTURASAVONA

A Savona e Cogoleto iniziative per il Giorno della Memoria

In programma concerti, mostre e momenti di riflessione

Il 27 gennaio sarà il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale in cui si commemorano le vittime dell’Olocausto, designata nella risoluzione 60/7 dalla quarantaduesima riunione plenaria dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del novembre 2005. In quel giorno del 1945 le truppe dell’Armata Rossa, impegnate nell’offensiva Vistola – Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz. Numerose saranno le iniziative sul nostro territorio.
A Savona in collaborazione con la Diocesi e l’ANED – Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti – ,  l’Associazione Musicale “Gioachino Rossini” e la Fondazione Culturale Cento Fiori invita a tre eventi ad ingresso libero. Giovedì 26 gennaio alle ore 17:30 alla Sala Stella Maris, in piazza Pippo Rebagliati 2B, si terrà il concerto di Laura Guatti al flauto, Mattia Rizzuti al clarinetto, Olesia Rusina al violino, Simone Criscenti al violoncello e Loris Orlando al pianoforte. Il quintetto eseguirà “Le merle noir” (1952) per flauto e piano e “Quatuor pour la fin du temps” (1941), quartetto per clarinetto, violino, violoncello e piano, entrambi di Olivier Messiaen (1908 – 1992) e introdotti da Marco Lombardi, docente al Conservatorio Statale di Musica “Francesco Venezze”. Sarà visitabile anche la mostra “Arte. Oltre il lager”.
Sabato 28 gennaio alle 20:30 nella Chiesa Sant’Andrea Apostolo, in piazza dei Consoli, il Complesso Bandistico “Città di Savona – Antonio Forzano” terrà il “Concerto della Memoria” con brani in ricordo della deportazione nei campi nazisti. Il laboratorio teatrale La Storia in Scena del Liceo Scientifico Statale “Orazio Grassi” proporrà al pubblico letture a tema.
A Cogoleto venerdì 27 gennaio Pax Christi, la Parrocchia Santa Maria Maggiore e il Comune organizzerà la manifestazione “Fare memoria del bene”: in programma alle 17 in largo della Pace una riflessione condivisa e alle 18 la santa messa. I due momenti saranno replicati il 10 febbraio in occasione del Giorno del ricordo, per commemorare le vittime delle foibe e l’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati nel Secondo Dopoguerra.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: