AttualitàCultura e Musica

A tutto Sanremo

Sanremo, ultima serata; sapremo, quando la notte sarà ancora giovane, chi è il vincitore di questa storica settantesima edizione del Festival della Canzone Italiana. Nel frattempo Leo Gassmann, che abbiamo incontrato mercoledì scorso a Sanremo, in prossimità dell’Hotel de Paris, ha vinto nella categoria Nuove Proposte. Siamo felici che il nostro “in bocca al lupo” , espressogli anche a voce, gli sia stato di buon auspicio.

Papà Alessandro, attore, figlio d’arte, della migliore arte della recitazione italiana, su Twitter, ha scritto: “Daje Pippooooooooooooooooooo”, così are sia chiamato Leo, tra le pareti domestiche.In semifinale erano in quattro,la sedicenne Tecla con «8 Marzo»,che l’ha spuntata su Marrco Sentieri,con «Billy Blu», e appunto Leo, che con “Va bene così”, è stato preferito a Fasma, che presentava «Per Sentirmi Vivo». ed infine alla stessa Tecla, che comunque ha conseguito il premio Lucio Dalla, assegnato dalla sala stampa. Il nipote di Vittorio Gassman ha così commentato la sua vittoria: «Ho provato tanta gioia. Non credo all’odio, perché è mancanza di amore. A tutti è capitato di sentirci sbagliati, una delusione lavorativa e di amicizia. Ascolto Vasco Rossi, Jovanotti, Lucio Dalla, Ivano Fossati, Luigi Tenco, Brunori Sas, un grande artista, uno dei cantautori vecchio stampo» e si è ancora così espresso: «Su questo palco ho respirato aria di storia, ma voglio vivere l’esperienza divertendomi e cogliendo l’occasione per presentare il mio primo album… Per me è una sfida affermarsi e dimostrare che vali il posto in cui ti trovi. Il mio obiettivo è convincere chi non mi apprezza.

Leo Gassmann, nato nel 1998, aveva partecipato a «X Factor»: «Nel lavoro cerco il miglioramento ogni giorno, mi fa star bene, mi fa sentire vivo. X Factor per me è stata una scuola, stare in mezzo agli artisti è stato un onore. Ho acquisito più sicurezza in me stesso, ho utilizzato il tempo necessario per lavorare e per capire cosa fossi», così aveva affermato. Apprendiamo che la famiglia Gassmann annovera tra i suoi antenati un musicista,quasi omonimo del nostro Leo, ovvero il compositore Florian Leopold Gassmann (1729-1774)

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: