Attualità

Ad agosto il via libera alla centrale di Calizzano

E’ stata fissata per martedì 21 agosto a Palazzo Nervi, sede dell’amministrazione provinciale, la conferenza dei servizi chiamata ad approvare il progetto per la costruzione della centrale termoelettrica a biomasse forestali di Calizzano, proposta dalla società Nalca. A chiedere alla Provincia l’autorizzazione unica necessaria per la costruzione della centrale era stato nel marzo del 2010 l’ing. Giovanni Canepa, per conto della Nalca e della ditta S-H Cogenerazioni. All’inizio del 2011 il progetto aveva ottenuto il via libera dalla Regione attraverso un procedimento di verifica screening, che ha evitato all’iniziativa la più complessa procedura di valutazione dell’impatto ambientale.

Nalca Srl è la società per l’energia del Gruppo Benso di Calizzano, azienda attiva da anni su tutta la filiera del legno, dai boschi di proprietà fino alla realizzazione di bio-case a basso consumo energetico in legno.
 La centrale elettrica a biomasse forestali, della potenza complessiva che sfiora un megawatt (990 kW) sarà realizzata presso lo stabilimento del Gruppo Benso, in località Stagnacci di Calizzano. Ad alimentarla saranno i prodotti forestali provenienti dai boschi di Osiglia, Pallare, Murialdo e Calizzano di cui è proprietaria la stessa società. Alla conferenza deliberante sono stati invitati tutti i soggetti interessati, tra cui il Comune di Calizzano, Arpal, Enel Distribuzione e le Soprintendenze regionali.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: