mercoledì, Gennaio 22, 2020
Home > Cultura e Musica > Al Polo della Fotografia di Genova le fotografie sui mestieri della savonese Nadia Ballini

Al Polo della Fotografia di Genova le fotografie sui mestieri della savonese Nadia Ballini

I nuovi spazi dedicati al Polo della Fotografia, presso la sede della Biblioteca universitaria in via Balbi 40 a Genova, di fronte alla Stazione Principe, ospiteranno dal 6 aprile al 7 giugno 2018 la mostra fotografica “Mestieri” della giornalista e viaggiatrice savonese Nadia Ballini.

La mostra, con la direzione artistica del Professor Giancarlo Pinto, è promossa dal Polo della Fotografia della Facoltà di Architettura, con la Biblioteca universitaria, la Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali (DGBIC), l’Associazione culturale “R. Aiolfi” e la Scuola D’Arte Cinematografica (SDAC).

L’esposizione è un viaggio tra Africa, Medio Oriente e Asia alla scoperta di mestieri tradizionali e curiosi, esercitati attraverso gesti che si ripetono da secoli con semplicità e pazienza, che descrivono persone, culture, territori e tradizioni. Lavori rimasti inalterati nel tempo, mai snaturati da un progresso tecnologico geograficamente troppo lontano o respinto con tenacia da popoli profondamente legati alle proprie tradizioni.

Le immagini sono la sintesi di numerosi viaggi compiuti dal 2015 ad oggi e raccontano, fra le altre, storie legate ai pescatori birmani del lago Inle, ai cercatori d’oro del Madagascar, agli artigiani del delta del fiume Mekong, ai coltivatori di riso dello Yunnan, ai pescatori con i cormorani del fiume Li, ai maestri d’ascia malgasci che, con metodi risalenti al 1800, costruiscono imbarcazioni in legno sulle spiagge di un remoto villaggio di pescatori nel quale la vita è scandita dal ritmo delle maree.

A introdurre la mostra sarà, venerdì 6 aprile alle 17.30, nel Salone delle Conferenze, l’incontro sul tema “Il reportage di viaggio tra testimonianza e deontologia”, valido quale formazione professionale per giornalisti, al quale parteciperanno Nadia Ballini, Giancarlo Pinto, curatore della mostra, Marcello Zinola, giornalista e responsabile della formazione per l’Ordine dei Giornalisti della Liguria, e Luca Bracali, giornalista, esploratore, fotografo di rilevanza internazionale e regista Rai.

Nadia Ballini, savonese, laureata in Lingue e Letterature straniere all’Università di Genova, è giornalista pubblicista e viaggiatrice. Dal 2012 si è avvicinata alla fotografia, attraverso corsi e workshop, unendo la passione per i viaggi a quella per la comunicazione attraverso le immagini. Nel 2015 ha curato i testi del libro del fotografo, regista ed esploratore Luca Bracali “Myanmar. The true essence”. Sue fotografie sono state selezionate da Lens Culture e National Geographic Italia che ha anche pubblicato un suo reportage sulla cultura del cibo in Myanmar, completo di foto e testi.

La mostra è visitabile sino al 7 giugno 2018 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19.00 e il sabato dalle 9.00 alle 13.00. Ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *