Attualità

Al salone agroalimentare le iniziative del progetto Tourval

I corsi di cucina e gli incontri del Progetto Tourval sono una delle novità dell’ottava edizione del Salone dell’Agroalimentare Ligure, che si terrà dal 16 al 18 marzo nel Complesso Monumentale di Santa Caterina e nel centro storico di Finalborgo. Il Progetto Tourval è un’iniziativa di parternariato italo-francese, nata per favorire lo sviluppo economico delle aree rurali del Ponente Ligure, di parte della provincia di Cuneo e del dipartimento francese delle Alpi Marittime.  I partner sono: Provincia di Imperia, Conseil Général des Alpes-Maritimes, Provincia di Savona, Comité Régional du Tourisme Riviéra Côte-d’Azur, Camera di Commercio di Imperia, Camera di Commercio di Cuneo, GAL Langhe e Roero, Chambre des Métiers et de l’Artisanat des Alpes-Maritimes, Chambre d’Agriculture des Alpes-Maritimes, GRETA Tourisme Hôtellerie.

Le dinamiche di sviluppo economico degli ultimi cinquant’anni e i processi di globalizzazione hanno spesso penalizzato le aree rurali e montane caratterizzate da microeconomie poco strutturate. Dall’altro lato questi territori hanno mantenuto inalterate molte delle loro specificità (ambiente, tradizioni, relazioni sociali) che, alla luce delle nuove tendenze del mercato turistico, costituiscono un potenziale di sviluppo per buona parte inespresso. Tourval è la sfida che i partner di quattro regioni hanno deciso di intraprendere per migliorare la qualità della vita nelle aree rurali attraverso la creazione di un’offerta turistica integrata transfrontaliera. Attraverso la creazione di collegamenti e il rafforzamento delle relazioni tra le aree coinvolte nel progetto i partner intendono: migliorare la qualità della vita e garantire la sostenibilità (economica, ambientale e culturale) del territorio rurale; definire e attuare un innovativo modello di sviluppo integrato basato sulla creazione di una nuova offerta turistica transfrontaliera più strutturata e caratterizzata da elementi di eccellenza; rafforzare la competitività e la sostenibilità delle produzioni locali migliorando i servizi offerti. Il Salone dell’Agroalimentare Ligure ospiterà sabato 17 marzo un incontro, due degustazioni ed un corso di cucina collegati al Progetto Tourval presso gli spazi di Cà di Nì, storica dimora che si trova all’interno delle mura medioevali di Finalborgo.
Si inizierà alle 11 con la presentazione, da parte della Provincia di Savona, dei prodotti che fanno parte del Progetto e si proseguirà alle 16 con una degustazione di olio extravergine di oliva Dop, a cura della Camera di Commercio di Imperia e del Consorzio di tutela dell’olio extra vergine di oliva Dop Riviera Ligure.  Alle 17 la Provincia di Imperia presenterà altri due prodotti di punta del Progetto di partenariato italo-francese: i fagioli di Conio e i formaggi delle Alpi Liguri, che saranno degustati in abbinamento ai vini del territorio. Sempre il 17 marzo, dalle 14,30 alle 18,30, si terrà a Cà di Nì un corso di cucina transfrontaliera per operatori professionali a cura della Provincia di Savona. Gli chef si alterneranno nella preparazione di piatti a base di prodotti delle aree coinvolte nel Progetto. Domenica 18, infine, è in programma a Cà di Nì un aperitivo con degustazione di prodotti delle provincie di Savona, Imperia e Cuneo e del Dipartimento francese delle Alpi Marittime (su invito per operatori professionali).

www.saloneagroalimentareligure.org

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: