Please assign a menu to the primary menu location under menu

Curiosando qua e là

Al via il Marina Militare Nastro Rosa Tour

Ha preso il via da Genova la prima edizione del Marina Militare Nastro Rosa Tour, importante evento ideato da Difesa Servizi per promuovere i valori della Marina Militare e valorizzarne il brand attraverso la vela; il tour farà tappa anche a Roma, Gaeta, Napoli, Brindisi, Bari, Ravenna e Venezia. A Genova la Marina è presente con l’Istituto Idrografico quale organo cartografico dello Stato designato alla produzione della documentazione nautica ufficiale nazionale, strumento essenziale per la sicurezza della navigazione.

“Questo è un evento importante e porto i saluti del presidente Toti e del sindaco Bucci”, dichiara Stefano Anzalone, consigliere delegato allo sport, “e ringrazio gli organizzatori poichè occorre ripartire da eventi di questo genere. Nelle Olimpiadi i gruppi militari e gli atleti, appoggiati dalle forze dell’ordine, hanno conseguito importanti risultati; nel 2024 Genova diventerà Capitale Europea dello Sport e l’Ocean Race valorizza sempre di più il mondo della vela”.

Stessa soddisfazione da parte di Luca Andreoli, direttore generale di Difesa e Servizi :”Noi valorizziamo il brand della Marina Militare ed abbiamo già recuperato 40 fari in disuso della Marina ed i percorsi della gara sono stati realizzati per valorizzare proprio questi fari. Abbiamo un progetto per il recupero delle tradizioni culturali e paesaggistiche valorizzando immobili pubblici con il turismo lento senza dimenticare i borghi”.

“Questa regata ha in sè la semplificazione del mondo della vela”, afferma Riccardo Simoneschi, amministratore delegato SSI Eventi, “ed uno dei nostri obiettivi è quello di portare nel mondo della vela coloro che non ne fanno parte. I circoli ci appoggiano così come le istituzioni e ringrazio il governatore Toti, il sindaco Bucci ed il consigliere Anzalone per il loro sostegno e stiamo già lavorando alla prossime edizione dell’evento”.

“La posidonia oceanica regola la salute del mare”, sottolinea Edoardo Prodasca, “e se sta male il mare la vita sulla Terra è impossibile. Nel 2012 la posidonia è diventata patrimonio dell’umanità da parte dell’Unesco e tra gli obiettivi abbiamo l’ampliamento delle aree marine protette affinchè vi sia un territorio sano”.

“Genova ha nel suo dna la tutela e la salvaguardia del mare”, evidenzia Massimiliano Nannini, direttore dell’Istituto Idrografico della Marina, “e la posidonia è per noi importante. Chi naviga usa le nostre carte nautiche che hanno una qualità di fondo e l’analisi di mappatura della posidonia è molto facile; questo è un tema utile per per i giovani che vogliono avvicinarsi al mare”.

“Ringrazio tutti dicendo che Genova è una striscia di terra tra mare e colline con un rapporto speciale con il mare”, ricorda il sindaco Marco Bucci, “e la nostra città vuole essere parte della blu economy con importanti ricadute economiche ed occupazionali. La vela è una scuola di vita e si impara a far parte di un team godendo della natura; occorre valorizzare questa parte di Mediterraneo senza dimenticare la pulizia di tutto il mare. La nostra città ha un ruolo importante per la vela e la riscoperta del mare anche grazie all’Ocean Race che arriverà qui nel giugno 2023 con la regata mondiale; io sono un velista e credo che l’equipaggio possa insegnare a vivere rispettando la natura ed il mare. Il 14 settembre ci sarà a Genova un importante evento che assegnerà un riconoscimento agli atleti olimpici che hanno portato in alto il nome di Genova”.

“La vela incarna i nostri valori e questa attività insegna a diventare marinai e andare per mare”, riprende l’ammiraglio Berutti Bergotto, “e tuteliamo il mare attraverso molteplici attività. La vela ha in sè diversi valori fondamentali tra cui la lealtà, lo spirito di sacrificio e di equipaggio”.

“Ha preso il via la prima edizione del Marina Militare Nastro Rosa Tour; questo importante evento ideato da Difesa Servizi in partnership con la SSI Events, oltre a promuovere i valori della Marina Militare ed a valorizzarne il brand attraverso la vela, sostiene attività e progetti di beneficenza ed ecologici durante l’intero Tour. Ringrazio la Marina Militare e tutti i partner coinvolti per aver dato vita a questa meritoria iniziativa, un’importante occasione per sostenere anche il progetto Valore Paese Italia unitamente alla conoscenza del grande patrimonio costituito dai Fari e dagli edifici costieri, di cui se ne promuove la valorizzazione. Questo suggestivo giro dell’Italia a vela, che prevede 8 tappe lungo i mari Tirreno ed Adriatico, contribuirà a promuovere la straordinaria bellezza e il fascino ineguagliabile delle nostre zone costiere e dell’intero Paese; non meno appassionante sarà l’aspetto della competizione sportiva che al tempo stesso connota il Tour, che varrà anche per l’assegnazione del titolo di campione d’Europa (tratta tirrenica) e di campione del mondo (tratta adriatica) della double mixed offshore. Rinnovo quindi il mio plauso a questa straordinaria iniziativa che amalgama, esaltandoli, sano agone sportivo e valore culturale; ingredienti che, in questa particolare fase storica, ci parlano di rinnovato impegno e visione al futuro, fondamentali per contribuire alla ripartenza del nostro Paese”,  conclude il Sottosegretario alla Difesa Stefania Pucciarelli.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: