Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀCULTURAREGIONE

Al via Orientamenti 2022

Grande successo per l’inaugurazione di Orientamenti 2022 che permette ai ragazzi liguri e non solo di conoscere l’offerta formativa e professionale della nostra regione; presenti le massime autorità comunali e regionali. Il tema di quest’anno, care, ha in sè la volontà di prendersi cura delle proprie abilità e competenze.

“I giovani devono capire cosa vogliono e decidere cosa fare anche perchè nella nostra città ci sono opportunità enormi”, dichiara il Sindaco Marco Bucci, “e lo scorso anno ben 4000 posti di lavoro non sono stati coperti per mancanza di personale. La vera scelta viene fatta dai giovani e non da altri; io ho scelto il mio futuro quando sono andato negli Stati Uniti, quando ho deciso di tornare in Italia e quando mi sono candidato sindaco. Questo evento è importante per tutti e c’è bisogno di giovani e persone che possano lavorare qui; serve avere un match corretto tra domanda e offerta di lavoro ma abbiamo bisogno di ragazzi. A breve riceveremo 7 miliardi che serviranno per avere la città del futuro”.

Parole simili da parte di Marco Scajola, assessore regionale alla formazione :”Ho questa delega da poco e ringrazio Ilaria Cavo per cosa fatto; voglio dire ai ragazzi una frase che mi piace molto Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro. La vita è di tutti i ragazzi e devono fare cosa vogliono; noi aiutiamo i ragazzi a raggiungere la consapevolezza e aumentare le proprie capacità. Essere qui è per me un onore ma anche responsabilità e ho tante aspettative; mi sento molto motivato”.

“Per noi questa è una grande opportunità”, afferma Silvia Bisso in rappresentanza degli Istituti Professionali, “e speriamo che possa essere un successo”.

“I nostri corsi forniscono importanti possibilità”, sottolinea il rappresentante degli ITS, “ed i ragazzi che studiano presso di noi trovano lavoro subito”.

“Ringrazio i ragazzi e i docenti”, evidenzia il Direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale Liguria Antimo Ponticiello, “ed è importante prendersi cura delle proprie competenze e talenti. Orientamenti è anche inclusione e spero sia un successo”.

“Avere cura di sè è fondamentale”, prosegue il Rettore dell’Università di Genova Federico Delfino, “e la cultura rende liberi facendoci vedere le diseguaglianze. La nostra università ha corsi in tutte le aree d’indirizzo ed è presente qui con 11 stand; i genitori dei ragazzi sono i primi orientatori e voglio ricordare che abbiamo sedi in tutte e quattro le province”.

“Questa è una grande opportunità per conoscere le professioni del futuro”, commenta Maurizio Caviglia, segretario generale della Camera di Commercio di Genova, “e se i giovani hanno le giuste competenze è il lavoro a cercare le persone. Ringrazio Ilaria Cavo per cosa ha fatto senza dimenticare che, grazie a lei, il lavoro di orientamento dura un anno”.

“Il concetto di care è importante tanto che era già diffuso negli anni 60 negli Stati Uniti e per noi essere qui è motivo di orgoglio”, racconta Marco Casarino, segretario generale della Camera di Commercio delle Riviere, “anche perchè le tematiche del lavoro sono legate ad uno sguardo più ampio che coinvolge tutta la regione”.

“Questo è il mio primo evento pubblico come assessore al lavoro”, ricorda Augusto Sartori, neo-assessore regionale, “ed io sono legato al turismo dal punto di vista professionale ma tra le mie deleghe vi è anche il turismo. Questo settore può diventare per i giovani una grande opportunità”.

“Per me è un debutto come assessore alla scuola e ringrazio Ilaria Cavo per il suo lavoro”, asserisce l’assessore regionale Simona Ferro, “ed è necessario ripartire con entusiasmo. Io mi occupo di sport e voglio dire che è una grande scuola di educazione perchè insegna il rispetto e lo stare insieme; quello del care è un grande debito verso i nostri ragazzi che per due anni hanno perso la socialità”.

“Questa è una grande opportunità”, dichiara Alice Barbieri, responsabile di Orientamenti, “e la città, le scuole, le famiglie e le aziende hanno risposto bene”.

“Sono stati anni difficili per tutti ma soprattutto per i giovani ed è importante avere la possibilità di coltivare i propri sogni per farli avverare; le conoscenze consentono di interpretare il mondo ed ogni esperienza rende più ricchi. I ragazzi hanno il diritto di conquistare il loro futuro e questa è una bella occasione in cui si parla di crescita, di giovani e di lavoro; qui si fa la testa, la volontà ed il cuore dei giovani che sono il nostro futuro. Il nostro Paese deve migliorare ed il PNRR è importante per gli investimenti; è altrettanto necessario tornare in presenza e spero che i giovani colgano questa opportunità. Il salone è ormai radicato e spero possa essere un’importante occasione di socialità”, conclude il Presidente Giovanni Toti.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: