Politica

Albissola Marina il capogruppo Udc-Nuova Rotta DSilvestro presenta interrgazione al sindaco

Sono poche le amministrazioni comunali della provincia savonese che ad oggi non hanno ancora manifestato la propria adesione al Protocollo di legalità promosso dalla Prefettura, e sembrerebbe che Albissola Marina faccia parte di quella sparuta pattuglia che non ha ancora formalmente siglato detto Patto. Considerato che Nuova Rotta è da almeno la scorsa estate che chiede e propone alla Giunta comunale un Patto della Legalità, riteniamo grave l’eventuale conferma di detta mancata adesione o anche solo il ritardo nella sottoscrizione da parte del Sindaco e giunta a questo strumento elaborato dalla Prefettura al fine di tutelare ed accompagnare, con strumenti di prevenzione, l’economia  legale di questo territorio provinciale con l’obiettivo di evitare, nelle attività produttive, i tentativi di infiltrazione criminale, l’inquinamento, la corruzione e di agevolarne, quindi, il libero sviluppo, andando così a creazione  una vera e propria rete di salvaguardia contro ogni possibile infiltrazione della  criminalità organizzata nel mercato del lavoro e negli appalti pubblici.

Speravamo che Albissola Marina, visto anche le ns sollecitazioni in materia, diventasse uno dei comuni capofila, uno degli esempi da seguire, e non invece come senbrerebbe, uno degli ultimi ad aderire. Ecco perché ho presentato oggi formale interrogazione al Sindaco, intanto per conoscere se è vero che Albissola non ha ancora sottoscritto ed in tal caso per conoscere le motivazioni di detta mancata adesione o comunque di questo inspiegabile ritardo.Confidiamo che tale ns iniziativa sia di ulteriore sprone e definitivo sollecito ad una totale e condivisa adesione a questo documento che inoltre recepisce gli indirizzi della legge 13.08.2010, n. 136, recante il “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al governo in materia di normativa antimafia” con l’intento di  di assicurare condizioni di maggiore trasparenza e regolarità nella gestione dei contrati pubblici, prevedendo, tra l’altro, l’istituzione, in ambito regionale, di una o più stazioni uniche appaltanti (SUA), con il compito di gestire le procedure di gara per l’affidamento di lavori pubblici e per l’acquisizione di beni e di servizi di importo rilevante, andando a monitoraggio e controllo  dei cantieri edili, dei materiali allo smaltimento dei rifiuti, passando per il monitoraggio di sub-appalti, passando per il monitoraggio delle forniture ed i servizi di autotrasporto.I cittadini chiedono alla politica tutta, di adottare misure concrete ed efficaci per rafforzare la prevenzione dalle infiltrazioni malavitose, dalla corruzione ed in generale dalla mala politica, fenomeni degenerativi questi, che troppo spesso leggiamo dalle cronache locali, permeare le attività degli Enti Locali.Occorre una buona politica che sappia e voglia difendere la nostra comunità e l’economia legale dalla corruttela, dai favoritismi e dalla criminalità anche organizzata, assicurando maggiormente i principi della sana e buona amministrazione: la legalità, l’efficienza, l’economicità, la correttezza e la trasparenza dell’attività amministrativa.Già nell’estate scorsa, Nuova Rotta ha proposto a questa Amministrazione, una Mozione per contrastare i fenomeni degenerativi della sana ed equa amministrazione. Purtroppo ad oggi quella nostra mozione non ha concretamente avuto alcun seguito da parte della Giunta Comunale. Nuova Rotta auspica che questa volta, il Sindaco e la Giunta comunale di Albissola Marina si attivino celermente e senza ulteriori ritardi ed indugi aderiscano concretamente al Protocollo di Legalità e della trasparenza negli appalti pubblici tra la Prefettura di SV e le stazioni appaltanti della provincia .

Luigi Silvestro- Capo Gruppo Nuova Rotta

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: