Attualità

Alluvione a Varazze del 4 ottobre 2010: in arrivo altri fondi

L’annuncio è stato fatto dal Governatore Burlando, ultimamente pressato e assediato da più parti, dopo che gli abitanti di Casanova, frazione collinare di Varazze, fortemente e disastrosamente interessata dall’alluvione del 4 ottobre 2010, stanchi di promesse e di non vedere iniziare i lavori di messa in sicurezza della collina franata e della viabilità che serve anche la discarica della Ramognina, con il passaggio di pesanti mezzi su un percorso alternativo e non idoneo, sabato 11 agosto sono scesi in piazza per gridare il loro disappunto nei confronti proprio del Presidente Burlando, del Sindaco, dell’intera Giunta, compreso l’opposizione, tutti accusati di un incomprensibile e inaccettabile immobilismo.

Ascoltiamo oggi con attenzione le dichiarazioni del Presidente Claudio Burlando, il quale ci informa di aver ricevuto comunicazione dal Ministero del Tesoro dell’arrivo entro il mese di settembre di una parte dei fondi ancora dovuti, 20 milioni di euro, nella speranza che non ci siano ripensamenti a Roma e che Varazze riceva almeno la metà di quanto previsto dai progetti di messa in sicurezza della frana in località San Pietro di Casanova e riattivazione della relativa viabilità ordinaria. Sarebbe veramente una tragica sconfitta, non solo per noi, ma per l’intera impalcatura istituzionale, se di questi 20 almeno sei milioni non venissero destinati a Varazze, per cercare di tamponare una situazione che ad ogni minaccia di pioggia getta nel panico gli abitanti di tutta una frazione, i quali, giornalmente, da due anni, devono sobbarcarsi e convivere con innumerevoli disagi.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: