Attualità

Andora: “Azzurro Pesce d’autore” per conoscere il nostro mare

Anche quest’anno, pur con le difficoltà, Andora ripropone, e con tante novità, l’appuntamento annuale con le eccellenze italiane e del territorio, che punta in particolare alla valorizzazione dei prodotti ittici: tra laboratori, showcooking e momenti di approfondimento sarà possibile per tutti imparare a riconoscere il pescato locale in un’ottica di promozione a 360° della ricchezza del nostro mare. Quest’anno ampio spazio è stato dedicato al marketing turistico legato al mondo della pesca e alle iniziative messe in campo con il protocollo condiviso FLAG/Regione Liguria “Io Pesco Sicuro” per fronteggiare l’emergenza Covid-19.

“All’evento, che ha occupato le giornate di venerdì ,sabato e oggi, domenica, non si cercherà esclusivamente di sensibilizzare e far conoscere al consumatore il nostro pescato a miglio 0 – così si era espressa la Responsabile Impresa Pesca Liguria, Daniela Borriello – ma, viste anche le difficoltà patite dal settore a causa dell’emergenza sanitaria, saranno fornite linee guida e dei veri e propri kit per difendersi dal pericolo di contagio dentro e fuori dall’imbarcazione. Per i nostri imprenditori è fondamentale non correre rischi dal momento che lo stop di una barca, in molti casi, corrisponde al fermo dell’intera impresa di pesca. Inoltre è necessario, soprattutto in questa delicata fase, che il consumatore continui a sostenere i nostri pescatori scegliendo di acquistare sempre pesce locale, seguendone la stagionalità. A valorizzare il cosiddetto pesce povero e ad insegnare come prepararlo al meglio, sarà presente il tutor ittico Michele Cardarelli della  Soc.Coop Capo Mele, associato a Coldiretti Impresa Pesca, che attraverso attività pratica e un gustoso aperitivo a base di pesce cercherà di far conoscere e apprezzare a tutti il nostro pescato”.

“Le nostre imprese di pesca non si sono mai fermate, anche in piena emergenza, per garantire sulle nostre tavole sempre pesce fresco della nostra costa. – affermano il Presidente di Coldiretti Liguria Gianluca Boeri e il Delegato Confederale Bruno Rivarossa – Scegliere pesce a miglio zero è il modo migliore per sostenere le nostre imprese, l’economia del territorio ed essere sicuri della freschezza e genuinità del prodotto acquistato. Per poter ottimizzare la spesa e avere un prodotto di qualità a disposizione, è importante imparare piccoli trucchi per riconoscerne sempre la freschezza: deve avere una carne dalla consistenza soda ed elastica, branchie di colore rosso o rosato e umide e occhi non secchi o opachi, mentre l’odore non deve essere forte e sgradevole. Infine, meglio non scegliere i pesci già mutilati della testa e delle pinne mentre per molluschi e mitili, è essenziale che il guscio sia chiuso”.

E riportando tali raccomandazioni salutiamo “Azzurro Pesce d’Autore” di Andora nella sera della sua conclusione.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: