Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀ

Andora: dalla raccolta differenziata alle nuove imprese

Siffredi: “Riduzione del 30% anche per i locali che organizzano nei dehor calendari di intrattenimento di qualità con almeno otto eventi”
Andora – Il consiglio Comunale di Andora ha varato una modifica del Regolamento del Canone di Occupazione del Suolo Pubblico introducendo nuove esenzioni in favore delle attività economiche, dei condimini privati e riduzioni per le attività di somministrazione sul pagamento degli ampliamenti dei  dehor concessi gratuitamente in passato per rispettare i stanziamenti, a causa dell’emergenza sanitaria.
Una delle novità  attuate dall’ assessorato al Bilancio, Finanze e Tributi in accordo con l’assessorato all’Ambiente, riguarda i nuovi sistemi di raccolta differenziata dei rifiuti e permette ai condomini che non hanno spazi privati ove disporre i cassonetti, di non pagare il canone sulle aree pubbliche, pertinenziali agli edifici, occupate per realizzare, a proprie spese, le isole di conferimento, chiuse e regolarmente autorizzate dal Comune.
Su proposta del Consigliere delegato al Commercio, Corrado Siffredi, il consiglio Comunale ha preso in considerazione anche la fine dello stato di emergenza e le conseguenze  sugli ampliamenti dei dehors concessi a titolo gratuito a causa della pandemia introducendo anche una agevolazione particolare.
“Le attività che nel corso del 2022 effettuano le attività di somministrazione e che nel  proprio dehor organizzano un calendario di intrattenimento con almeno 8 serate di musica dal vivo e intrattenimenti di qualità, nel periodo dal 1 giugno al 30 settembre, hanno diritto ad una riduzione del 30% sulla parte di occupazione soggetta ad ampliamento – spiega il consigliere delegato al Commercio Corrado Siffredi  –  Per ottenere la riduzione  le attività devono presentare la dichiarazione prevista dal Regolamento comunale per la limitazione delle immissioni sonore nell’ambiente prodotte da attività rumorose temporanee e rispettare i limiti acustici. Si tratta di un ulteriore strumento attuato per essere vicini alle attività economiche in questo delicato momento di riavvio delle attività”.
 L’ufficio Attività Produttive del comune di Andora, trasmetterà all’ ICA le comunicazioni pervenute nel corso dell’anno 2022: la riduzione si applicherà al canone dovuto per l’anno 2023 a condizione che non vi siano stati controlli da parte dell’ufficio preposto a seguito di esposti su inquinamento acustico e che si rispettino gli orari.
Non solo. L’accurata definizione delle poste al Bilancio, ha permesso che, per l’ anno 2022,  gli ampliamenti delle occupazioni esistenti, concessi a causa della pandemia nell’anno 2020 e le nuove occupazioni relative  a attività di somministrazione di alimenti e bevande finalizzate alla somministrazione e attività alimentari artigianali e/o commerciali finalizzate al consumo sul posto, paghino il canone unico solo a decorrere dal 1° luglio 2022.
Sul fronte delle esenzioni attuate per incentivare concretamente l’avvio di nuove attività economiche, l’assessorato al Bilancio, Finanze e Tributi  conferma anche i 5 anni di esenzione dal pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico per le nuove imprese nate nel periodo che va  dall’1.01.2018 ed il 31.12.2022,  decorrente dall’inizio dell’attività. L’esenzione è concessa se la nuova impresa ha sede operativa ad Andora o se nel periodo apra una nuova unità locale in Andora purché con almeno un dipendente o un socio lavoratore o un collaboratore familiare.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: