Cultura e Musica

Antonio Zavatteri porta in scena “La guerra di Klamm”

Secondo appuntamento con la stagione di prosa organizzata dal Comune di Borgio Verezzi venerdì 6 gennaio al Teatro Gassman (ore 21,15). Antonio Zavatteri porterà in scena, per la regia di Filippo Dini ,“La Guerra di Klamm”, un dramma attraversato da momenti di forte comicità firmato da Kai Hansel, scrittore nato ad Amburgo nel 1965. Quello di Zavatteri a Borgio Verezzi è un gradito ritorno: nell’estate del 2009 era stato interprete e regista de “La Bottega del caffè” di Carlo Goldoni, una delle sette prime nazionali in cartellone quell’anno al Festival, premiata dalla Camera di Commercio di Savona come spettacolo di maggior successo della stagione.

“La Guerra di Klamm” è un testo sulla scuola, sugli adulti mal equipaggiati nel rapporto con gli adolescenti, ma è anche un raffinato studio sui rapporti di forza, sulla violenza del silenzio contro quella della parola. L’opera ha vinto nel 2002 il Deutscher Jugendtheaterpreis, premio tedesco per il miglior lavoro teatrale, ed è attualmente fra i quattro testi di drammaturgia contemporanea più rappresentati in Germania. Lo spettacolo, prodotto dal Teatro Stabile di Genova e dalla Compagnia Gank, ha già raccolto, oltre ai consensi del pubblico, anche calorosi giudizi da parte della critica: “Un testo intelligente, divertente e cattivo, eccezionalmente efficace sulle costrizioni delle istituzioni e della tradizione”, oppure “… all’interprete, un Antonio Zavatteri in stato di grazia per verità e spessore psicologico, e al regista Filippo Dini, servono interlocutori (gli spettatori) che stiano al loro posto implacabilmente muti, come scolaresca con la quale il professore cerca, invano, di comunicare… La Guerra di Klamm è combattuta da un condottiero solo in cattedra… dall’altra parte c’è un esercito, quello dei ragazzi, straordinariamente compatto…” e ancora “Uno spettacolo di un’ora e dieci in cui il bravissimo Antonio Zavatteri riesce a dare al protagonista Klamm il profilo che il testo richiede, così come la regia di Filippo Dini, essenziale ma di effetto, dà i giusti colori ad una scena scarna…”.
Sul palco ci saranno solo una cattedra e una sedia. Zavatteri interpreterà l’insegnante Klamm, troppo vecchio per ricominciare da capo, troppo giovane per la pensione anticipata. Si troverà di fronte ad una classe (il pubblico) che gli ha dichiarato una guerra di mutismo. L’accusa è di aver provocato il suicidio di uno studente con un voto negativo, che ha portato alla bocciatura del ragazzo. Ma Klamm non accetta di essere messo sotto processo. Si difende con un astio che mal cela la sua crisi esistenziale, destinata a evidenziarsi nel corso di un monologo sempre più carico di tensione.
Kai Hensel è una delle figure più interessanti del panorama letterario e teatrale tedesco contemporaneo, capace di rappresentare l’oggi non come teatro-documento, ma come choc della coscienza rispetto alle vicende che quotidianamente abbiamo sotto gli occhi. Dopo una serie di lunghi viaggi in Europa, Africa e Asia, è tornato in Germania ed è diventato regista residente al Teatro di Lubecca. Ha scritto pièces teatrali, drammi radiofonici, sceneggiature e sceneggiati ed è autore, tra l’altro, del monologo “Quale droga fa per me”.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 019.6185543, dalle 10 alle 12, biglietteria@comuneborgioverezzi.it. La biglietteria sarà aperta presso il Teatro Gassman dal 4 al 6 gennaio dalle ore 17 alle 19; venerdì 6 gennaio sarà aperta anche dalle 20,30. Biglietto unico 15 euro.

Questi i prossimi appuntamenti: “Finale di partita” con gli attori del Teatro Instabile di Imperia (20 gennaio), “Turno di notte” thriller scritto e diretto da Marco Ghelardi con Dario Aita e Claudia Salvatore (10 febbraio), “Prigioniero di me stesso” con Salvatore Rancatore e la regia di Matteo Tarasco (24 febbraio), “Box 3 D” con Alessandro Bergallo e la regia di Emanuele Conte (9 marzo), “Idiota, un tradimento” da Dostoevskij con Enrico Campanati e la regia di Carmen Giordano (23 marzo) e “La Strega”, trasposizione del romanzo “La chimera” di Sebastiano Vassalli con Fiammetta Bellone e la regia di Laura Sicignano (13 aprile).

Tutti gli spettacoli inizieranno alle 21,15.

La stagione invernale del Teatro Gassman è organizzata dal Comune di Borgio Verezzi e sostenuta dalla Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de’ Baldi.

 

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: