Attualità

Aumento dell’offerta dei treni sulla linee per il Piemonte

Dal giorno 5 dicembre Trenitalia ha aumentato le corse sulle linee che collegano Piemonte e Liguria, rallentat e rese difficoltose a seguito all’ondata di maltempo che ha interessato il territorio fra le due regioni. Sono venti i convogli ora disponibili, che Trenitalia, su richiesta del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in accordo con le Regioni Liguria e Piemonte, ha messo in servizio, per dare una risposta concreta alla domanda di mobilità delle aree interessate. Ora che i buoi sono scappati si chiudono le stalle, verrebbe da dire, visto che nei giorni della vera e propria emergenza, almeno da Savona verso Torino e viceversa, con l’interruzione del Cadibona e dell’autostrada Savona-Torino, i treni erano sempre gli stessi, e le “sardine”, ora note per recenti adunate di piazza, si notavano maggiormente sui convogli provenienti dal Piemonte, ma diamo onore al merito e speriamo che il materiale in incremento tale rimanga!

Da giovedì 5 dicembre, otto nuovi collegamenti sono attivi sulla linea Savona–Fossano, tre tra Genova e Torino, uno sulla tratta Alessandria-Torino, uno tra Alessandria e Genova, uno tra Arquata Scrivia e Genova, due nuovi treni sulla linea Acqui Terme-Genova Brignole e due nel nodo di Genova tra Genova Nervi e Genova Voltri. A questi si aggiungono due collegamenti che circoleranno nelle giornate di sabato e domenica e tutti i giorni dal 26 dicembre al 6 gennaio sulla linea Torino-Savona-Ventimiglia.

«I nuovi collegamenti tra Liguria e Piemonte – ha commentato Giovanni Toti, presidente della Regione – con più treni e l’aumento dei posti a disposizione dei pendolari sono il risultato di un confronto concreto e sollecito tra le istituzioni in una situazione di emergenza. Il ministero ha ascoltato la richiesta di aiuto delle Regioni e ha chiesto a Trenitalia di attivare i nuovi servizi per rispondere alla grave situazione che si è creata sui collegamenti stradali in queste ultime settimane».

Nel frattempo si è pure provveduto a rimuovere il blocco della linea Savona – Acqui Terme. I collegamenti sono stati ripristinati e l’intera tratta è nuovamente percorsa dai treni utilizzando l’itinerario Savona – San Giuseppe via Altare con allungamenti dei tempi di viaggio. Quattro treni da e per Acqui hanno come capolinea San Giuseppe, mentre dieci collegamenti effettuano servizio lungo la sola tratta Acqui Terme e Alessandria. È stata inoltre ripristinata la piena velocità sulla linea San Giuseppe-Savona via Altare mentre proseguono gli interventi di Rfi per il ripristino della linea San Giuseppe-Savona via Ferrania.

Immagine da You Tube

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: