Attualità

Bagni marini: la protesta si trasferisce a Roma

Con una lettera ai sindaci di tutte le località balneari, Fiba Confesercenti, Assobalneari Confindustria, Coordinamento Cna Balneatori e Sib Confcommercio invitano la politica alla manifestazione del 18 aprile (inizialmente prevista il 19 ma poi anticipata per evitare la sovrapposizione con gli Stati Generali di Confcommercio) per sostenere l’esclusione dall’evidenza pubblica delle concessioni demaniali prevista dalla direttiva Bolkestein. “Abbiamo voluto dare alla manifestazione – cita la lettera – un taglio fortemente istituzionale coinvolgendo tutti i sindaci delle nostre città, i presidenti delle province, i presidenti e gli assessori delle regioni bagnate dal mare, oltre che i ministri più vicini alla problematica e i parlamentari.

La presenza di tante sciarpe tricolori intende sottolineare l’importanza che le imprese balneari hanno sull’economia turistica delle nostre città e quanto abbiano contribuito in maniera determinante a fare di queste località veri e propri valori di crescita economica, di sviluppo e di occupazione”. Con la manifestazione i sindacati dei balneari vogliono mantenere la pressione sui ministri Moavero Milanesi e Gnudi dopo l’incontro ufficiale dello scorso 23 febbraio ed altri incontri tecnici più ristretti sulle modalità di applicazione della Bolkestein. “Non ci spaventano le modifiche ai canoni – dice Enrico Schiappapietra presidente regionale del Sib – ma vogliamo solo difendere le nostre imprese, circa 600 solo nel Savonese. Siamo aperti ad una discussione e ad una soluzione condivisa tra Governo, operatori e associazioni di categoria, come hanno detto anche i Ministri Moavero Milanesi e Gnudi. Già nella precedente manifestazione a Roma c’erano alcuni rappresentanti degli enti locali, compreso il savonese, che ci hanno dato sostegno; per il 18 ci aspettiamo di avere la maggior parte di loro”
La manifestazione si terrà al Palazzo dei Congressi dell’Eur di piazzale Kennedy, dalle 10,30 e vi aderiranno, secondo i sindacati, oltre il 90% degli operatori balneari.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: