Sport

Bocce: la 59a targa d’oro al Kayl Nutella Team

Una combattutissima finale, risolta solo dopo 2h30′ di gioco al tiro supplementare, ha chiuso la 59^ memoriabile edizione della Targa d’oro Città di Alassio, manifestazione internazionale (cui hanno preso parte nel weekend 377 quadrette, pari a 1.508 giocatori, giunti anche da Svizzera, Slovenia, Francia, Principato di Monaco, Russia, Lussemmburgo e Sati Uniti), nel cui albo d’oro entra per la prima volta un club lussemburghese, il Kayl Nutella Team degli italiani Carlo Bresciano, Silvio Riviera (ex c.t. della nazionale italiana) e dei francesi Fabrice Laposta e Sebastien Grail, questi ultimi al primo gettone di presenza nella gara della Città del Muretto.

Si tratta del secondo successo di una squadra straniera nella storia dell’evento. In precedenza c’erano riusciti solo i francesi della Rbr Nizza, nell’edizione inaugurale del lontano 1954. La sfida decisiva, giocata al Palaravizza di Alassio, con oltre mille spettatori sugli spalti ed in campo diversi titoli iridati, è terminata solo dopo due ore e mezza, al tiro supplementare, con il punteggio di 8-7. Uscita sconfitta e con la targa d’argento, dopo aver avuto la boccia per chiudere la contesa, è stata la Brb Ivrea di Carlo Ballabene, Aldino Bellazzini, Fabrizio Deregibus e Daniele Grosso, club campione d’Italia con svariate affermazioni nella Targa d’oro (dei quattro, il solo Grosso non ha mai vinto la competizione), l’ultima delle quali nel 2005. Entusiasmanti e molto combattute sono risultate anche le semifinali disputate dopo pranzo, con il Kayl Nutella Team che ha prevalso 13-10 sulla Forti Sani Fossano di Dalmasso-Botta-Borca-Gai e con i tricolori della Brb Ivrea che hanno superato 12-5 il Forno Canavese di Grivetto-Baudino-Scassa-Janzic. Sconfitte nei quarti di finale e classificate al 5° posto a pari merito Perosina (Manzo-Calvetti-Data-Micheletti), Vendome Nutella Team (Storchi-Condro-Garcia-Perras), Pedonese (Bertaina-Dalmazzo-Fantino-Giraudo) e Chierese (Bergoglio-Zucca-Torta-Pavan).
Un foltissimo pubblico ha seguito anche le sfide della mattina (ottavi e quarti di finale) e quelle di ieri sera, in conclusione di una giornata epica per atleti ed organizzazione, a causa dei problemi logistici causati dalla pioggia. Prima delle liguri la Vadese di Andrea Polla, Loris Ferrero, Nevio Tomberli e Pietro Bovero.
La manifestazione, dall’elevato valore sportivo e turistico, ha confermato tutto il suo fascino ed un enorme seguito di appassionati. Una maratona iniziata sabato mattina alle ore 8, proseguita sino alla mezzanotte, e poi nuovamente stamane dale 8 sino alle 19.30 circa.
Il popolo della Targa d’oro, che ha osservato sia ieri sera che quest’oggi un minuto di raccoglimento in memoria di Piermario Morosini, ha ricordato anche il 65enne Luigi Demaria, giocatore della Sandamianese (Asti), ieri mattina sui campi da gioco e ieri sera deceduto per un malore cardiaco accusato presso la propria abitazione.
Dopo due successi di fila, un’edizione amara per la Liguria, fuori dalle prime otto posizioni. Le ultime formazioni della nostra regione ad essere state eliminate (negli ottavi e quindi classificate al 9° posto) sono state la Vadese (Polla-Ferrero-Tomberli-Bovero) e la Voltrese (Nari-Suini-Ressia-Daghero). Tra i primi 32 anche San Fruttuoso (Dagnino, Caffarena, Razzauti, Bottaro).
La direzione di gara è stata curata da Andrea Lombardi di Massa Carrara, coadiuvato nella giornata finale dagli arbitri Giuseppe Nappi e Giorgio Panizza, sotto il coordinamento di Gianenrico Gontero della Commissione Tecnica Internazionale e di Enzo Petenzi del comitato di Albenga.
Un riconoscimento speciale è stato consegnato alla formazione tutta femminile della società Palasport Albenga, composta da Maria Teresa Sandre, Renza Pesce, Concetta Bagalà e Stefania Chiaramonti. Già ieri era stato tributato un applauso all’altro team tutto al femminile iscritto, quello della Russia.
A premiare i protagonisti, insieme alla splendida vice-Miss Muretto Giulia Mingoia, sono stati il sindaco di Alassio Roberto Avogadro, il presidente del Consiglio Comunale con delega allo sport Matteo Monti, l’assessore provinciale Paolo Ripamonti, il consigliere d’indirizzo della Fondazione De Mari Gianpiero Salati, il vicepresidente della Federazione Internazionale Piergiorgio Bondaz, il consigliere federale Fib Fabio Ballauco, il presidente del Cr Liguria della Federbocce Mauro Traverso, il membro di giunta del Coni provinciale di Savona Athos Carle, il presidente del comitato provinciale della Fib Giancarlo Carle, il presidente del comitato tecnico territoriale Ginetto Pastorelli, l’amministratore unico della Gesco srl di Alassio Danio Maghella ed il presidente della Associazione Bocciofila Alassina Adriano Garrone.
Oltre duemila, anche oggi, i contatti sul sito Internet www.boccealassio.it.
Tra tutti gli spettatori della finale sono stati estratti quattro weekend in hotel di Alassio.
Partner principali dell’edizione 2012: Nutella, Mondo, Impresa Edile Ivano Munarin, Erreà e Raviolificio San Giorgio.
La 59^ Targa d’oro Città di Alassio è stata organizzata dalla Associazione Bocciofila Alassina con la collaborazione del comitato di Albenga della Federbocce e della Gesco srl, con il sostegno dell’Assessorato allo Sport del Comune di Alassio, dell’Assessorato allo Sport della Regione Liguria e della Fondazione De Mari, con il patrocinio dell’Assessorato allo Sport e Turismo della Provincia di Savona e del del Coni di Savona.
E calato il sipario sulla Targa d’oro Città di Alassio di quest’anno, si è già iniziato a pensare all’edizione del 2013, quella del sessantennale, da festeggiare nel migliore dei modi.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: