Cultura e Musica

“Boeing Boeing” fiore all’occhiello del 46° festival teatrale di Borgio Verezzi

E’ “Boeing Boeing”, la commedia di Marc Camoletti che debuttò nel 1965 a Londra, dove restò in cartellone per sette anni consecutivi, il fiore all’occhiello della quarantaseiesima edizione del Festival Teatrale di Borgio Verezzi (Savona). Tradotta sul grande schermo in un film interpretato da Tony Curtis, Jerry Lewis e Thelma Ritter e poi ripresa con grande successo a Broadway nel 2008, andrà in scena in prima nazionale al Festival dal 29 al 31 luglio 2012.

Ad interpretare la versione italiana dello spettacolo, nella stessa edizione che ha trionfato a Londra e a Broadway e che ha vinto numerosi premi (tra cui il “Tony Award 2008” come miglior revival degli Anni Sessanta), sarà la nuova coppia comica formata da Gianluca Guidi e Gianluca Ramazzotti, che vestiranno i panni dei due protagonisti: Bernard Lawrence, giornalista americano di stanza a Parigi, impenitente dongiovanni, e Robert Reed, suo amico e collega impiccione. “E’un’operazione multinazionale. – commenta il direttore artistico del Festival, Stefano Delfino – Marc Camoletti, l’autore, è svizzero. Il regista Mark Schneider inglese. Le tre hostess con le quali è “fidanzato” Bernard-Gianluca Guidi sono la spagnola Marjo Berasategui, lanciata da Pieraccioni nel film “Ti amo in tutte le lingue del mondo”, l’olandese Ellen Hidding e la tedesca Ela Weber. Accanto a loro, infine, la turca Serra Yilmaz, interprete di tanti film di Ferzan Ozpetek, nel ruolo della pazientissima domestica Bertha”. L’edizione 2012 della stagione teatrale sarà all’insegna dello humour e dell’ironia, con otto spettacoli in prima nazionale che, fra testi classici e contemporanei, strizzano l’occhio alla commedia. Come da consuetudine, ad interpretarli saranno molti attori che hanno già calcato il palcoscenico del Festival e altri che sono invece al loro esordio verezzino.  “In un periodo di difficoltà per tutti l’intenzione è quella di offrire soprattutto sorrisi al nostro affezionato pubblico”, dice il direttore artistico Stefano Delfino. “Nonostante la riduzione dei finanziamenti pubblici in seguito alla crisi, il Festival non subirà ridimensionamenti, anche grazie al determinante apporto degli sponsor privati. – dice il sindaco di Borgio Verezzi, Renato Dacquino – Siamo riusciti a confermare come lo scorso anno otto spettacoli, tutti in prima nazionale, e tutti in piazza Sant’Agostino”. La quarantaseiesima edizione del Festival, che prenderà il via il 6 luglio per concludersi il 10 agosto, è significativamente dedicata a Giancarlo Cobelli, il grande regista recentemente scomparso, che con i suoi spettacoli aveva contribuito negli anni Settanta alla decisiva affermazione del Festival in campo nazionale.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: