Sport

Calcio, il Savona con il Renate nella sfida di vertice

Seconda trasferta di campionato per i biancoblu, nuovamente in Lombardia, ma questa volta in direzione Como, allo stadio di Meda, che ospita le gare casalinghe del Renate. Gli striscioni di Corda, reduci dal successo sul Casale, cercheranno di proseguire la serie positiva che, d’altronde, li accomuna ai loro avversari, fin qui sempre vittoriosi. Prima di parlare della partita di domenica, qualche considerazione sulla gara giocata al Bacigalupo con i nerostellati monferrini.

 Il Savona è apparso meno brillante, rispetto all’esordio di Busto con la Pro Patria; ingabbiato dal centrocampo a cinque degli ospiti, ha sofferto a lungo la maggiore mobilità dei casalesi, evidenziando una certa frattura fra i reparti, che rende difficile la costruzione del gioco. Dato che non è realistico attendersi sempre grandi spunti personali degli attaccanti, né sciagurati comportamenti avversari (leggasi espulsioni), bisognerà dare maggiore coesione al centrocampo. D’altronde, mentre i tre quarti della difesa sono stati confermati, gli inserimenti a centrocampo sono stati notevoli. Agazzi, Gentile e Gallon possono sicuramente migliorare, non tanto le proprie prestazioni, quanto l’intesa con i compagni. E, soprattutto, in certe circostanze, debbono manovrare e tenere palla, altrimenti Corda, giustamente, s’arrabbia come il sottoscritto. Resta comunque aperto il discorso Tacchinardi, legato alle risultanze mediche, e a Mazzotti, che ha ripreso ad allenarsi. Veniamo alla difficle partita con il Renate. Dovrebbero giocare gli stessi visti al Bacigalupo, con la sola eccezione dell’infortunato Demartis, sostituito da Carta o da Cattaneo. Gli avversari sono da prendere con le molle: sono partiti bene, superando prima il Rimini e poi il Bassano, segnando quattro reti senza subirne. Brighenti ha segnato tre reti come Virdis, sarà un bel duello. Nonostante i lombardi adottino un modulo apparentemete offensivo (a tre punte, Zanetti, Brighenti, Malivojevic), la difesa sembrerebbe non soffrirne. Tutto quindi fa pensare ad una bella partita, dove fra l’altro, è in gioco un primo posto in classifica al quale, alla terza di campionato, è bene non pensare affatto. Una considerazione sui risultati della seconda giornata: l’Alessandria ha dovuto fare i conti con le motivazioni della Pro Patria, che dopo l’indigesta sconfitta allo Speroni con i biancoblu, recuperato Giannone, ha infilato i grigi con una doppietta di Falomi, mentre il giovane portiere Sala ha neutralizzato un rigore all’alessandrino Degano. Probabile formazione del Savona a Meda.
Aresti; Quintavalla, Antonelli, Marconi, Taino (Carta); Gallon, Agazzi, Gentile, Cattaneo (Carta); Scotto, Virdis. In panchina: Gozzi, Belfiore, Melis, Romero, Rocca, Balzaretti. All: Corda
Arbitro: Baroni di Firenze.
Il programma della terza giornata (ore 15): Casale-Bellaria; Castiglione-Giacomense; Fano-Milazzo; Forlì-Alessandria; Monza-Bassano; Pro Patria-Rimini; Renate-Savona; Santarcangelo-Venezia; Valle d’Aosta-Mantova (S.Giusto Canavese).
Classifica: Forlì, Savona e Renate 6; Giacomense e Castiglione 4; Alessandria, Venezia e Pro Patria 3; Bellaria 2; Santarcangelo,Bassano, Casale, Valle d’Aosta, Mantova, Fano e Milazzo 1; Monza e Rimini 0.

                                                                                                                                                                                                                                       Filippo de Nobili

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: