Cultura e Musica

Conclusi due importanti eventi culturali

Con il dieci di giugno si sono conclusi importanti appuntamenti culturali: la 8° Rassegna Internazionale per Artisti Ceramisti Contemporanei, curata ed ideata dall’Associazione di Volontariato Amici della Ceramica Circolo”Nicolò Poggi” di Albissola Marina e alla Fortezza Priamar a Savona la collettiva “Priamart” presentata da Germano Beringheli e Luciano Caprile ed organizzata da Pietro Bellantone. Le due manifestazioni hanno ricevuto il patrocinio e il riconoscimento da parte di Enti e Organismi Pubblici.

Il Circolo albissolese ha offerto l’opportunità di poter avvicinare artisti ceramisti di grandi capacità e creatività non solo italiani ma pure stranieri. In questo modo ha realizzato uno scambio “scuole” dalle differenti esperienze e valorizzando la visibilità delle peculiarità della porcellana, materiale vetroso che permette ardite creazioni e stupisce per la “fragilità”e la mancanza dello spessore necessario per le ceramiche della nostra tradizione.Il giudizio della Giuria collima con l’apprezzamento del pubblico, anche se tra i 94 partecipanti stabilire delle priorità è stato un po’ restrittivo ma necessario, i primi tre premi sono stati assegnati alle opere di Karin Grassi Putsch da Reggello (Firenze), primo premio,Marta Pachon Rodriguez da Fognano (Ravenna), secondo premio e Sawada Ichiyo da Sesto Fiorentino (Firenze), terzo premio, mentre Manuela Incorvaia di Castiglione Tinella (Cuneo) è stata segnalata dalla Giuria insieme a Carla Protti di Genova, a Silvia Calcagno di Albissola Mare (Sv), Jean Claude David di Juan Le Pin (Francia), Francesco Ardini di Padova, Aurelie Mouret di Flayose (Francia), Jean François Zani di Valoris (Francia).

Ben calibrata è risultata la “collettiva”, composta da quattro  fotografi e quattro pittori, è stata allestita nelle Cellette per sottolineare il carattere di personale a otto e ha scandito immagini, molto apprezzate dal pubblico, in un’atmosfera dove reale e realtà ricreata hanno costruito spesso dei trompe l’oeil in cui con difficoltà si è potuto distinguere lo scatto fotografico dalla pennellata.Carmelo Calabria,Guglielmo De Luigi, Giorgio Leva e Vittoria Mazzoni con Gianni Carrea, Enrico Merli hanno offerto l’opportunità di avvicinare il pubblico a due tecniche artistiche che per certi aspetti potrebberosembrare lontane ed antagoniste ma che in realtà cercano di interpretare il reale e invitano ad andare oltre la superficie dell’immagine rappresentata non casualmente dall’Artista. Flavio Costantini eLucio Nocentini, che rappresentano la pittura, si esprimono in modo molto personale con linguaggi asciutti che risultano accattivanti l’uno per il rigore delle costruzioni architettoniche l’altro per l’originalità fantastica e la nitidezza dei toni e dei segni con cui costruisce i suoi singolari esseri marini.

Gabriella De Gregori

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: