Attualità

Contratti di affitto: indispensabili le certificazioni degli impianti

Ora più che mai è importante sapere che il proprietario di un immobile, per essere in regola con la normativa vigente, deve allegare al contratto di locazione le certificazioni degli impianti, onde evitare spiacevoli e costose conseguenze legali. Molti confondono questa documentazione con la certificazione energetica o addirittura con il libretto della caldaia: errore gravissimo!

Il decreto legge n° 37/2008 prevede che, per affittare un immobile, tutti gli impianti collegati devono essere certificati da ditte abilitate e autorizzate ai sensi di legge. Quindi, gli impianti di gas, elettricità, televisione e gli automatismi di ogni genere devono assolutamente essere certificati, onde evitare sanzioni pecuniarie da 100 a 10.000 euro. Il vigente codice penale stabilisce che, in mancanza di certificazione o di dichiarazione di rispondenza degli impianti (rilasciata dal soggetto abilitato che ha verificato l’impianto esistente), il proprietario è giuridicamente responsabile dei danni subiti dal conduttore a causa del loro malfunzionamento.  Per tutelarsi al meglio, consigliamo quindi caldamente a tutti i proprietari di procurarsi tutti i certificati prima di affittare qualsiasi tipo di immobile, citandone poi gli estremi in contratto.  I nostri uffici sono gratuitamente a disposizione dei lettori de L’Eco per ogni chiarimento sull’ argomento. Grazie.

Dott. Giuseppe Cianciaruso

HABITAT IMMOBILIARE
Via Paleocapa 2r – Savona
tel. 019/811.580

1 commento

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: