Sport

Coppa Len, la Rari supera il Posillipo e vede la finale

Una grande, Carisa Savona supera, nella gara di andata di semifinale di Coppa Len, alla  “Zanelli”  il Posillipo per 8-4 (2-2, 3-0, 1-1, 2-1) mettendo così  l’ipoteca per la finale.I biancorossi di Andrea Pisano, hanno giocato una gara accorta contro la forte squadra di Carlo Silipo. Bene tutto il collettivo biancorosso, anche se una nota di merito va a Valerio Rizzo, autore di una favolosa  tripletta  e al portiere “saracinesca”  Goran Volarevic,  che ha salvato più volte il risultato.

Rari dunque in salute e con il morale alle stelle in vista della partita di ritorno in programma il 13 marzo prossimo a Napoli. Si parte in perfetto orario sotto l’attenta e precisa direzione dello sloveno Boris Margeta e del montenegrino Marijo Brguljan, con il delegato Len, il popolare e uomo di “casa” Gianni Lonzi. Nella prima frazione la Rari è contratta, ma determinata, e  riesce a passare in vantaggio, al 1’ sfruttando la superiorità numerica con un gran gol  di Janovic. Il Posillipo, raddoppia le marcature, e ottiene il pareggio Paskovic, mentre a 6’ dal termine della prima frazione il Posillipo passa ancora in vantaggio con un rigore di  Gallo, mentre chiude le ostilità del primo tempo al 7’ Valerio Rizzo. Nella seconda frazione, la Rari entra in vasca determinata, e chiude la frazione con un secco 3-0. Ma  il bottino poteva essere decisamente più eclatante se non ci fossero stati un paio di interventi del portiere Negri, sulle conclusioni di Angelini e Rizzo. Partono bene i biancorossi che, incitatati dal proprio pubblico (circa 400 persone sulle gradinate della Zanelli), vanno subito a sono con un gran gol di Rizzo, che si libera bene del diretto avversario e di potenza fa secco Negri. Continua a giocare a gran ritmo la squadra di Pisano e, a 4’ raddoppia con Damonte, mentre chiude la seconda frazione una rete di Alberto Angelini. Nella terza frazione di gioco il Posillipo entra in vasca con una marcia in più, anche se sono i padroni di casa a passare per primi in vantaggio con un ben gol di Petrovic. Poi inizia a mettersi in evidenza il biancorosso Volareviuc, che vola fra i pali a salvare la propria porta su due potenti conclusioni di Alessandro Calcaterra e Saccoia. Poi arriva il pareggio di Gallo. Il Savona chiude la terza frazione a +3. Ma non possono rischiare i biancorossi. Devono sfruttare al meglio il fattore campo. Nella quarta frazione di gioco i biancorossi subiscono le iniziative (e i falli)  dei partenopei. Va a segno Minguell, pareggia Rizzo, mentre chiude le ostilità il gol del +4 firmato da  Fiorentini al 3’58”. Per la Rari una vittoria importante con la finale a portata di mano, anche se Andrea Pisano che a fine gara, getta acqua sul fuoco e afferma:”Finale ipotecata? Assolutamente no. Abbiamo giocato una buona partita contro un ottimo Posillipo. Andiamo a Napoli consci delle nostre difficoltà, cercando di sfruttare al meglio il vantaggio” Valerio Rizzo, autore di tre centri commenta:”Potevamo vincere con un margine di vantaggio superiore. Ma va, va bene così. Loro sono molto forti ed organizzati”Carisa Savona-Posillipo 8-4. Savona: Volarevic, Alesiani, Damonte (1), Petroviv (1), Colombo, Rizzo (3), Janovic (1), Angelini (1), Bianco, Mistrangelo, Aicardi, Fiorentini (1), Zerilli. Allenatore Andrea Pisano. Posillipo: Negri, Perez, Paskovic (1), Buonocore, Mattiello, Bertoli, Rnzuto Iodice, Gallo (2), Minguell (1), Calcaterra, Baraldi, Saccoia, Antonino. Allenatore: Carlo Silipo. Arbitri: Margeta (Slovenia) e Brguljan (Montenegro).

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: