Please assign a menu to the primary menu location under menu

Archivi

Rosso di sera...

Covid e vaccini

Tristemente, si deve prendere atto, nota che il Covid riprende, rispunta anche in Italia, ma i nostri posti letto destinati sono 1,9% mentre in Europa 3,5%. Tra l’altro si deve constatare che in Italia sono in aumento le malattie ”demenza senile” seguite più da presidi che da servizi pubblici. Siamo bravi a parlare, ma poco attivi, inclini ad applicarci, mettere in pratica. La 4a dose di vaccino anti Covid, è prevista per deboli e over 12. La situazione è migliore rispetto al passato, ma evitiamo onde di risalita del virus, favorendo tante, troppe varianti, difficili da gestire, usare, limitare. Anche i ricoveri sono in aumento, specie con l’arrivo del fresco. Tutto quello che abbiamo fatto per evitare forme forti di malattia contagiosa. Speriamo che Covid e influenza, con micro infezioni respiratorie possano unirsi(virus complessi) e complicare. L’Australia che è in anticipo su di noi come stagioni climatiche, ha avuto infezioni mescolate gravissime. Speriamo si possa arrivare ad un solo vaccino Bronchiolite I contagi risalgono per un virus meno contagioso, ma più debole (meno pericolo, ma più contagio). Sintomi raffreddore, 4/5 gg lineetta di febbre, in casi eccezionali anche alta, mal di gola, tosse. Ovviamente in questi casi ogni soggetto reagisce in modo personale. La mascherina forse era meglio tenerla ancora un po’, considerato che specie con temperature fresche non arreca alcun disturbo, controindicazioni, ma serve per prevenire l’accesso di molti microbi, tanto è vero anche le influenze normali, tossi e raffreddori sono scese di molto. Anche la 4a dose di vaccino, utilizzata al 20%, ha evitato brutte influenze.

Rispondi