Attualità

Da San Bartolomeo all’entroterra

spiaggia varazze

di Redazione

Storia e tradizioni dell’antica Varazze nel presepe allestito nell’oratorio di san Bartolomeo, quest’anno a tema marinaresco: “Ricostruiremo l’antica borgata di pescatori, rievocando la tecnica di pesca con la sciabica, documentata anche da un pannello informativo corredato da foto d’epoca – spiega il curatore Giulio Prato – la capanna della Natività sarà ricavata dalla prua di una lancetta, antica imbarcazione”. Oltre 40 le statuine, realizzate da Galfrè e Damonte, anche inedite. L’opera, inaugurata sabato scorso 17 dicembre sarà visitabile tutti i giorni fino all’8 gennaio (9,30-12,15 e 15,15-18,45). Pesca natalizia per bambini e concerti (alle 21.15) in oratorio: il 28 dicembre con la Banda “Cagliero” e il 7 gennaio con i “Tieniviva Gospel Voices”. A Casanova, torna dal 22 al 24 dicembre, il presepe vivente curato dall’associazione “Beato Iacopo” e giunto alla terza edizione. Antichi mestieri ricreati nelle 13 postazioni con alcune novità, piatti liguri e il suggestivo accompagnamento musicale della cornamusa, dalle 19,30 a mezzanotte. Ed entrambi questi allestimenti saranno nella seconda edizione di “Presepiando”, itinerario fra le natività varazzine, confermato dopo il successo dell’anno scorso. Altre tappe saranno poi quelle negli oratori dell’Assunta e di san Giuseppe, nella chiese di sant’Ambrogio e san Domenico, nell’ex convento dei Cappuccini, nell’oratorio di don Bosco, più quelli delle frazioni di Castagnabuona, San Donato, Cantalupo, Faje, con l’ambientazione naturalistica, e sant’Anna del Pero con le caratteristiche case in pietra. Il percorso verrà nuovamente offerto con una cartina che riporta i siti con date ed orari di apertura in modo che chiunque possa orientarsi con facilità.

Redazione
the authorRedazione

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: