Please assign a menu to the primary menu location under menu

Due Chiacchiere con l' Arte

Da Zelig, all’accademia della comicità, ad un passo da un libro

Biografia

SCRIVE DI SE:

“Domenico Peloso, scrittore, comico, presentatore, scaricatore di porto, controfigura di Babbo Natale , Brad Pitt, Leonardo di Caprio, grande sognatore e forse anche grande cazzaro.”

Autore del libro “Le nostre pagine “, torna ad impugnare la sua 4 colori e ci prova  di nuovo a far sognare con un nuovo libro “il senso del viaggio.” Idea nata a pranzo, dopo una  piacevole chiacchierata  coi genitori, Antonio e Rosetta tra un fiore di zucca fritto e l’altro Domenico ha deciso di  trasformare in  un viaggio ricco di emozioni u  un aneddoto del padre e una storia vissuta dalla madre in pura emozione su carta. Tutto questo da trasmettere ai lettori. Cosi Domenico incomincia a scrivere senza piu fermarsi, le prime parole a ridosso del Natale , mentre la neve imbiancava il suo paese (Villa Cortese), per continuare tra i primi raggi di sole primaverili e quelli cocenti del sole d’agosto. Praticamente dice:” non sono uno scrittore ma un pannello solare.”

“Ora, quale energia spinga l’autore a tanta costanza è un mistero ma, anche questa volta invita i suoi lettori nella sua nave della follia dando a tutti i benvenuti a bordo!”

Come sempre poniamo delle domande ai nostri ospiti ecco a voi le sue risposte:

Conosciamo meglio il nostro artista.

“Quanto è difficile far ridere le persone?”

Far ridere le persone può essere la cosa più semplice o la cosa piu complicata del mondo. Dipende sempre in quali contesti ci si trova: al bar con gli amici, in pizzeria, in un momento goliardico, è tutto più semplice, c’è la situazione, la predisposizione, la voglia di evasione ecc… Ma provare a pensare quando hai di fronte dei perfetti conosciuti che ti guardano con aria del tipo:” Dai forza fammi ridere”, li diventa tutto più difficile , bisogna coinvolgere chi ti ascolta, condividendo delle tue esperienze che può aver vissuto anche il pubblico, o almeno una parte di loro.

“Quanto è importante per te scrivere le proprie emozioni su carta?”

Per me è la mia “vena creativa”, ossigeno per l’anima, mi diverte, mi emoziona, a volte scoppio a ridere da solo, a volte invece mi commuovo, amo raccontare le mie storie. Scrivendo il primo libro, mi tremava la mano, mi agitavo solamente pensando cosa potevo raccontare, come descrivere dei personaggi, dargli un ruolo ecc… Tutta questa energia mi fa sentire vivo, una forza che ti tiene in piedi mentre cavalchi l’onda dei tuoi sogni. A distanza di quasi un anno è uscito il mio secondo libro “il senso del viaggio”, stesse emozioni, stessa energia.

“Raccontaci che rapporto hai col tuo pubblico durante le serate?”

Ad oggi posso dire di aver sempre avuto un ottimo rapporto con il pubblico, cerco sempre di creare simpatia tra noi, cercando anche di scherzare coi “malcapitati in prima fila”, porto temi di attualità, cerco di coinvolgere il pubblico con temi leggeri, mi piace far ridere la gente, lasciando degli spunti anche di riflessione, questo è molto apprezzato dal pubblico.

“Raccontaci le tue esperienze più importanti, che ti hanno fatto crescere come artista, nelle tue professioni di comico e scrittore”.

Avrò sempre scolpito nella mia mente la prima lezione in accademia, mi sentivo spaesato, ero imbarazzato, non capivo perchè ero li, ma dopo aver conosciuto colleghi che vivevano per far ridere le persone, essermi fortificato e aver provato per la prima volta l’emozione di vedere il mio nome su di una scaletta ho piano piano realizzato quanto fosse importante ciò che facevo.

Ecco abbiamo conosciuto meglio il nostro comico-scrittore Domenico Peloso

di Manuela Montemezzani

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: