Please assign a menu to the primary menu location under menu

Archivi

CULTURASAVONA

Dalla Val Bormida, il trofeo dedicato a Nello Bellone

L'evento a Millesimo, domenica scorsa 18 settembre, fra commozione e passione

L’ amica Simona Bellone, presidente di  caARTEiv, dalla sua amata Val Bormida, ci informa che, nella cornice storica della sala consiliare del Palazzo Comunale di Millesimo (SV), domenica 18 settembre, è stato assegnato, un po’ a sorpresa, il Trofeo Bellone Nello (edito da caARTEiv per il socio fondatore recentemente scomparso), alla scrittrice Gilda Donolato di Varese, socia e collaboratrice da decenni, che ha già ricevuto altre onorificenze per meriti letterari, che ha offerto la lettura di una sua poesia, molto suggestiva, scritta in omaggio al generale dei Carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, che l’ex carabiniere in pensione Bellone Nello conobbe personalmente a Roma.

Ha eccelso per l’intervento introduttivo al conferimento del Trofeo Bellone Nello, lo scrittore ed ufficiale dei carabinieri, Antonio Rossello, di Albisola Superiore, in tenuta rosso/blu in omaggio ai colori della benemerita, accanto all’assessore alla cultura del Comune di Millesimo,  Alessandra Garra.

L’opera scultorea che costituisce il trofeo è stata ideata, modellata e dipinta dalla stessa Simona Bellone, artista e presidente caARTEiv,  quale tributo all’operato cel padre, Nello Bellone, identificandolo in una fiamma argentea dei Carabinieri che poggia la base su di un ceppo d’albero rifiorito con fogliame e margherite, a simboleggiare le sue origini natali in Riofreddo di Murialdo (SV), alle quali, dopo una trentennale professione diligentemente svolta nei Carabinieri a Roma, è ritornato per dedicarsi con tenacia alla mansione di boscaiolo.

La cerimonia si è impreziosita per la presenza del ceramista Ettore Gambaretto di Albisola Superiore (Savona), accompagnato dalla pittrice Cristina Stringhini (Anna Peri) di Cremona, portavoce dell’artista Silvia Ragazzini Martelli di Sissa (Parma), per il ricordo dei coniugi illustri scrittori internazionali, d’adozione Altarese, Aldo Capasso e Florette Morand; ha partecipato anche lo scrittore e critico Marco Pennone, che quest’anno ha voluto omaggiare  con un saggio, per lo scrittore ed insegnante Don Giovanni Farris di Savona, egli pure recentemente scomparso.

Nella giornata artistica calorosamente emozionante, erano presenti i premiati, per sezioni di poesie e racconti, Attilio Rossi di Carmagnola (Torino), Franco Tachis di Poirino (Torino), Pietro Rainero di Acqui Terme, Gino Ghioni di Caorso (Piacenza), Bruna Cerro e Marcella Pera entrambe di Savona; per la sezione libri editi Matteo Molino di Milano, per il libro storico “Profugo” e Mauro Giordano con Francesca Digiglio di Caramagna Piemonte (Cuneo), per il libro reportage di viaggio “Pellegrini sulla strada di Santiago”; per le opere dedicate alle emozioni provate nel 2020, periodo più difficile della pandemia Covid-19, provenienti da ogni regione italiana, e da italiani residenti all’estero, hanno rappresentato egregiamente la Liguria gli autori Andrea Bricchetto di Celle Ligure (Savona) e Sara Formisano di Savona.

Fin dal 1998, l’artista Simona Bellone, (in arte da 45 anni), è autrice di poesie, saggi, pittura, rinnovando idee, forme e colori, in adempimento del motto di caARTEiv,  che vuole premiare “Arte con Arte”, perché “il valore delle opere si misura con le meraviglie”.

Le sue opere donate ai premiati, esposte sotto il gonfalone del Comune di Millesimo, hanno ravvivato la solennità dell’evento, suggellato dall’esposizione dei suoi libri storici ed artistici che hanno eletto il sobrio altare, (che vide il soggiorno obbligato del Papa Pio VII,  prigioniero di Napoleone Bonaparte a Millesimo il 17/8/1809), a vetrina letteraria d’eccezionale importanza storica Valbormidese.  (I libri in cartaceo in vendita in sede caARTEiv, in piazza Italia 5 a Millesimo, ed EBay, ed in versione digitale in Amazon).

A conclusione della cerimonia l’artista Simona Bellone presidente caARTEiv, prima del congedo finale, ha omaggiato i presenti con la lettura della sua poesia che fa d’introduzione ai 6 ebook “Città al tempo del coronavirus”, con 515 opere di autori di tutte le regioni italiane, cronistoria del Covid-19 in pillole web di scienza ed emozioni, con esclusivo censimento degli omaggi alle vittime in opere d’arte ed alberi, e degli encomi ai sanitari, sul territorio italiano, (recentemente pubblicati in Amazon e nei principali digitalstores). Le opere sono presenti anche nel canale caARTEiv Italia YouTube, lette solamente da Simona Bellone. https://m.youtube.com/watch?v=aMhQ_P53jEU

“Città al tempo del Coronavirus” 

Silente il cammino si fa lento

a cercar fra i profili delle case

almeno la scia di un’ombra vivente 

oscillando nella culla plumbea

sotto un cielo che argenteo piange. 

 

Non c’è più suono vitale d’animale

non c’è più lo stridere di bimbo in culla 

non cigola neanche una ruota giocosa

né rimbomba una voce senile 

che dal parco sorrideva al sole. 

 

Dai balconi solo luce velata

che di tepore timida giace 

ed invita a celar le vesta al nemico

che nessuno può vedere invano 

che nessuno può trafiggere fiero. 

 

Par che l’aria sappia di metallo 

pesante del suo fardello ignoto 

che da lontano è pur venuto 

per catturar ogni debole fato 

spento dall’inganno del fiato.

 

Corrono sfuggenti poche auto nel vento 

poiché tutto è chiuso, anche il tempo 

non più respira di fantasia 

questa lunga attesa confusa 

fra anime rinchiuse nella speranza. 

 

di Simona Bellone 13/3/2020

Foto della cerimonia sulla pagina Facebook ufficiale associazione culturale caARTEiv

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.10159127390015823

Ogni aggiornamento si può consultare nel sito ufficiale www.caarteiv.it

Per ogni informazione culturale scrivere a simona.bellone@gmail.com

Rispondi