Please assign a menu to the primary menu location under menu

ECONOMIAREGIONE

Danni all’agricoltura per il maltempo del 18 agosto

La Regione interviene; come presentare domanda di indennità

L’ondata di maltempo del 18 agosto scorso  ha fatto registrare danni talvolta ritenuti gravissimi soprattutto sulla qualità e quantità dei prodotti agricoli, già messi a prova dalla crisi dei mercati.

Così si esprime in merito il vice presidente della Regione Liguria e Assessore all’Agricoltura, Alessandro Piana “Per questo ricordo che i danni possono essere segnalati tramite i modelli E, così come già reso noto alle associazioni di categoria. Si tratta di schede agevoli da compilare e scaricabili sul sito della Regione Liguria, che devono essere presentate alla competente sede provinciale del Settore Ispettorato Agrario Regionale entro 30 giorni dall’evento. Un passaggio necessario per accertare l’ordine di grandezza del problema e chiedere lo stato di calamità naturale per ristorare le imprese agricole. Un dovere morale verso chi tutto l’anno presidia l’ambiente e porta avanti le nostre eccellenze, portabandiera della Liguria nel mondo. Gli Uffici della Direzione Generale del Dipartimento Agricoltura della Regione sono sempre a disposizione per eventuali chiarimenti o supporto”.

I danni dovuti agli eventi atmosferici hanno riguardato soprattutto il Levante, in Liguria; nel Savonese sembra non si sia andati oltre una mattinata di pioggia moderata, comunque è utile pubblicare, per chi li avesse subiti, di seguito, dal sito della Protezione civile regionale, il dettaglio delle modalità per le imprese che hanno facoltà di chiedere indennità peril maltempo:

Nelle specifico le imprese operanti nel settore:

  • agricolo, ai sensi dell’art.2135 del C.C., con class. ATECORI 2007 => 01
  • forestale, si sensi dell’art.2135 del C.C., con class. ATECORI 2007 => 02
  • acquacoltura, con class. ATECORI 2007 => 03.2
  • pesca, con class. ATECORI 2007 => 03.1
  • nel campo delle attività connesse o di servizio ai settori sopra indicati


Come
 e quando segnalare i danni

Presentando il modello E di segnalazione danno, reperibile in questa pagina più in basso, entro il termine perentorio di 30 giorni dall’evento, alla Regione Liguria – Settore Ispettorato Agrario:

  • Sede di Genova: Viale Brigate Partigiane, n. 2 – Piano 7 16129 Genova Fax 0105485500
  • Sede di Imperia: Viale Matteotti, n.50 18100 Imperia Fax 0183296489
  • Sede della Spezia: Via XXIV Maggio, n.3 19100 La Spezia Fax 018721157
  • Sede di Savona: Corso Italia, n.1 17100 Savona Fax 019801304

L’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (Pec) è per tutte le sedi: protocollo@pec.regione.liguria.it.

Il conteggio dei giorni decorre a partire dal giorno successivo dall’evento (che pertanto è il primo), e l’ultimo giorno utile per la presentazione della segnalazione è il trentesimo, seguendo le seguenti modalità di presentazione delle domande in caso di trasmissione tramite posta fa fede il timbro postale di partenza in caso di trasmissione tramite telefax o Pec (posta certificata) vale la data di partenza, indipendentemente dalla data di protocollo di ricezione della pubblica amministrazione ricevente.

Segnalare i danni occorsi con il modello E non dà immediatamente diritto o garanzia ad ottenere fondi, ma è requisito d’accesso per eventuali futuri benefici erogati con fondi di Protezione Civile.

Inoltre le segnalazioni del danno modello E trasmesse all’Ispettorato Agrario Regionale sono anche il presupposto per l’attivazione della richiesta regionale al competente Ministero per il riconoscimento dell’eccezionalità dell’evento che ha causato il danno, ai fini dell’eventuale attivazione dei benefici previsti per il comparto Agricoltura dal decreto legislativo n.102/2004.

 

Immagine da Interreg,Maritime.eu

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: