Please assign a menu to the primary menu location under menu

CULTURA

È uscito «Struggenti ondate di memoria» nuovo Ebook dello scrittore Antonio Rossello

Un romanzo di formazione, un viaggio tra territori e generazioni. Pubblicato da Ivvi Editore di Ebola (SA)

COVER-Struggenti-ondate-di-memoria

Ecco il link dove si può ordinare il libro:  https://www.ivvi.it/product/struggenti-ondate-di-memoria/

A questo link è possibile non solo acquistarlo, ma anche sfogliare una piccola preview e leggere il riassunto del libro.

Qui la pagina autore: https://www.ivvi.it/autori/

Con struggenti ondate di memoria, succube del passato e senza futuro, un uomo, ormai avanti negli anni, vive gettato nel presente.

Antonio Rossello, scrittore e ingegnere, torna con un nuovo Ebook: «Struggenti ondate di memoria», di recente pubblicato per Ivvi Editore di Ebola (SA), il cui protagonista vive, contrastato, il suo rapporto con il luogo natio, che prima ha lasciato per la metropoli e dove poi è ritornato, senza poter realizzare i suoi sogni ed affrancarsi dal padre.

Di fronte al mare, rievoca il vissuto e le ondate della storia. Riflette e scrive un libro che forse non avrà mai lettori. È una vicenda italiana che si gioca sui ricordi e sui loro effetti sulle persone. Il passare del tempo influenza tutti gli aspetti della vita, dalla politica alle relazioni personali, alle dinamiche familiari e ai rituali quotidiani, in cui si ripercorrono drammi che interpellano sulla profonda differenza che intercorre tra giustizia e legalità e sottolineano la necessità di non voltare mai lo sguardo davanti alle ingiustizie. Donne assai diverse tra loro, che esercitano attività differenti, ma che sono accomunate dall’amore per la montagna e dalla capacità di seguire le proprie passioni, accettando sfide importanti, non i compromessi.

Nelle 182 pagine del volume, tutto è indissolubilmente intrecciato. Si forma un’unica narrazione, impetuosa nel suo erompere, commovente e affascinante in egual misura, perché da un lato così intima e condivisa, e dall’altro così estranea e singolare.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: