Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀPOLITICAREGIONE

Elezioni politiche 25 settembre 2022; Enrico Letta a Genova a sostegno dei candidati del Partito Democratico

Grande partecipazione di pubblico all’incontro tenutosi presso il Teatro Sivori di Genova con Enrico Letta; il leader del Partito Democratico si è recato a Genova ad illustrare il programma del partito.

“Ringrazio i presenti dicendo che occorre dare risposte per trovare soluzioni”, dichiara Valentina Ghio, segretaria regionale del PD, “e per noi la dignità ed il benessere della persona sono al centro di tutto. I temi più urgenti riguardano il caro bollette, la sanità, le infrastrutture e la scuola deve essere un sistema di riscatto sociale; serve inoltre un piano di cura per l’entroterra per evitare le alluvioni. Le nostre sono soluzioni concrete radicate nel nostro lavoro senza dimenticare temi importanti come i diritti civili a cui bisogna dare risposte; è necessario gestire i problemi anche per i medici di famiglia. La partita è ancora aperta ma è fondamentale convincere gli indecisi; il 25 settembre si sceglie e se non si vota la democrazia è astratta”.

Parole simili da parte di Katia Piccardo, sindaco di Rossiglione :”E’necessario fare un grande lavoro e convincere le persone; dobbiamo essere nelle piazze anche se ci contestano e le persone ci ascoltano. Quando si conoscono le nostre lotte siamo ascoltati ed è necessaria una programmazione per la lotta al dissesto idrogeologico; il disagio sociale, la perdita del lavoro e il depotenziamento della sanità pubblica creano problemi sul territorio. La cosa fondamentale è conquistare il maggior numero di voti”.

“Tra poco si voterà il provvedimento sul salario minimo e siamo per un’Europa più forte con l’Italia protagonista”, prosegue l’europarlamentare Brando Benifei, “ma è altresì necessario salvare il pianeta ed impegnarsi per i diritti civili. Per crescere è fondamentale uno sviluppo ed una transizione ecologica e digitale al passo con i tempi e siamo nel pieno della ripresa; una delle cose più importanti è quella di conquistare gli indecisi ricordando che siamo il partito del lavoro, dei diritti e della democrazia”.

“Il voto al Partito Democratico è un voto utile e voglio ricordare che presso il San Martino non abbiamo una programmazione e la sanità è al collasso”, afferma il Ministro del Lavoro Andrea Orlando, “e tutte le categorie hanno avuto problemi per il caro bollette. Far cadere il Governo ora non è stata una buona idea; tutto ciò ha bloccato il superamento della Legge Fornero che avrebbe aiutato certe categorie senza dimenticare che gli extra profitti sono stati tassati perchè qualcuno ha guadagnato cifre elevate con la pandemia e la guerra. Tra i nostri obiettivi vi è l’introduzione della cassa integrazione per i lavoratori stagionali ed i dipendenti di aziende con meno di cinque persone; se andremo al Governo faremo una legge quadro per aiutare coloro che hanno problemi. E’necessario formare le persone che lavorano in realtà dove si cambia produzione ricordando che la destra aiuta chi ha di più mentre noi tuteliamo i più poveri; è necessario avere un salario minimo di 10 euro lordi all’ora ma occorre stabilire come attraverso un dialogo sociale. Per alcuni settori la crescita dei profitti è stata esponenziale e siamo favorevoli ad una tassa minima a livello globale; tutto ciò è ostacolato dalla destra”.

“La destra non coglie cosa succede e per noi la priorità è il lavoro; tante belle cose non si realizzeranno vista la caduta del Governo. E’fondamentale azzerare le tasse per chi assume giovani ma anche la sicurezza sul lavoro; il contratto di lavoro a tempo indeterminato deve essere la normalità così come il salario minimo. Il modello PNRR è fondamentale perchè ha in sè tutto ciò di cui l’Italia ha bisogno; serve spendere bene le risorse comunitarie e fare tutte le riforme necessarie. Il PNRR deve essere applicato in ogni suo campo e per le bollette serve un tetto nazionale”, conclude Enrico Letta.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: