Please assign a menu to the primary menu location under menu

ATTUALITÀPOLITICAREGIONE

Elezioni politiche 25 settembre 2022, Unione Popolare presenta i candidati

Grande partecipazione all’incontro tenutosi a Genova per la presentazione dei candidati di Unione Popolare; il movimento, guidato dall’ex sindaco di Napoli Luigi De Magistris, si presenterà alle prossime elezioni politiche.

“Il nostro programma ha tre punti principali”, dichiara Giacomo Marchetti, candidato collegio 1 uninominale Senato, “e sono : l’opposizione alla guerra valorizzando una cultura di pace ricordando che la guerra in Ucraina ha avuto conseguenze disastrose e l’Italia deve avere il ruolo diplomatico che merita senza agganciarsi alla Nato, il controllo pubblico delle risorse energetiche contro il caro energia ed il blocco dei prezzi senza dimenticare una pensione minima a 1000 euro. E’necessario un cambiamento e l’astensionismo è il risultato peggiore della classe politica italiana”.

Parole simili da parte di Antonella Marras, candidata sindaco a Genova alle scorse elezioni e capolista al Senato nel collegio plurinominale :”Mi presento con lo stesso spirito con cui pochi mesi fa ho affrontato le elezioni comunali; unire le anime della sinistra e dei movimenti a nostro sostegno è fondamentale. La mia candidatura  da indipendente è basata sulla giustizia ambientale e sociale che sono assolutamente legate; la crisi climatica è un tema importante e serve lavoro e conversione ecologica”.

“Porto la mia esperienza politica fatta dal basso ed è necessario unire i diritti dei lavoratori, la tutela dell’ambiente e del territorio”, sottolinea Massimo Lombardi, consigliere comunale di La Spezia e capolista alla Camera dei Deputati nel collegio plurinominale, “e per noi il contratto di lavoro a tempo indeterminato deve essere la regola. Non siamo d’accordo con il Job Act, la Legge Fornero ed i tirocini non retribuiti; faremo battaglie importanti per il territorio che è fragile senza dimenticare i diritti dei lavoratori. Il trionfo delle liste civiche alle ultime comunali sia a Genova che a La Spezia penso possa aiutarci e a La Spezia sono in una lista che ha al centro il successo dei beni comuni; proponiamo inoltre la conversione delle aziende belliche in modo civile ricordando che i portuali si sono opposti al passaggio di armi. Uniamo le diverse forze di sinistra avendo un programma a favore dei lavoratori; è necessario dare un futuro ai giovani ricordando che i morti sul lavoro sono omicidi e la cosa più importante è la prevenzione con maggiori controlli per il rispetto delle regole. La sinistra calpesta i diritti dei lavoratori e la tutela dei lavoratori va di pari passo con quella per l’ambiente ed il territorio”.

“Se sarò eletta in Senato non voterò mai a favore dell’aumento delle spese militari”, afferma Norma Bertulacelli, candidata collegio uninominale Senato 2, “ricordando che sono troppi i tagli alla sanità quando il 2% del PIL italiano è destinato alle spese militari. La mia Patria non è quella delle armi ma quella dei lavoratori e dei braccianti”.

“Se diventerò Onorevole andrò in Parlamento per portare la voce degli ultimi; io sono un insegnante e molti miei colleghi sono precari ed usati dallo Stato ed i problemi sono tanti tra cui le classi-pollaio e la mancanza del medico scolastico. Uno dei maggiori problemi è che non esiste più la graduatoria a scorrimento”, conclude Gianluca Traverso, consigliere comunale di Arenzano e candidato nel collegio uninominale Camera 3.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: